Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 05 Agosto |
Sant'Oswaldo di Northumbria
home iconStile di vita
line break icon

4 cose che la vostra famiglia si perde non andando in chiesa

Jeffrey Bruno

padre Michael Rennier - pubblicato il 07/06/21

Sapere che siamo amati

In chiesa ho imparato che Dio mi ha creato perché mi ama. È una lezione da non dare per scontata. Molte persone oggi non comprendono questo semplice fatto perché non lo hanno mai ascoltato. So che a volte lotto per amare me stesso, e so anche che fallisco nell’amare mia moglie e i miei figli nel modo in cui meritano di essere amati. Ma tutti meritano di essere amati. Tutto il tempo. È per questo che l’amore di Dio è tanto fondamentale. Nessuno fiorirà senza l’amore saldo e incessante che Egli offre, e quell’amore viene dispensato in chiesa.

La disciplina di assumere una sfida

È in chiesa che vengo sfidato a crescere. Da solo probabilmente languirei, troppo ansioso e stanco per cercare qualcosa di audace come il miglioramento di me stesso. È l’incoraggiamento positivo che sento in chiesa che mi fa osare di sognare più in grande. In chiesa sento che potrei essere in grado di diventare un santo. Comincio perfino a crederci. È una sfida difficile, sicuramente, ma ha dato un proposito alla mia vita.

Incontrare persone diverse

Un ulteriore motivo per cui apprezzo la chiesa è il fatto che mi mette in stretto contatto con persone di diversi background sociali, Paesi d’origine ed età. È un’esperienza formativa che evita che limiti le mie interazioni sociali solo a poche persone che la pensano come me. La mia vita è più ricca per il fatto di aver incontrato tutte quelle splendide persone nella mia parrocchia. Ne beneficiano anche i miei figli, e hanno visto ampliarsi la propria prospettiva imparando a interagire con tipi diversi di persone.

Sono certo che potrei andare avanti a elencare ragioni per cui ritengo il fatto di andare in chiesa un’esperienza positiva. Tutto ciò che so è che senza sarei perso, e che la nostra famiglia sarebbe ben peggiore. Non c’è domenica in cui vorrei essere in un altro luogo.

  • 1
  • 2
Tags:
Messa
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
MADELEINE PAULIAC
Sandra Ferrer
La dottoressa che aiutò a partorire delle suore violentate
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
DEVIL, 2020, ADVERTISING
Gelsomino Del Guercio
Il potere malefico degli angeli cattivi: fin dove può arrivare il...
4
BISHOP BARRON
Francisco Vêneto
Il vescovo Barron mette in guardia sull’ideologia del testo...
5
CARLO ACUTIS
Violeta Tejera
La prima vetrata che ritrae Carlo Acutis in jeans e scarpe da gin...
6
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
7
DOCTOR
Vanderlei de Lima
La sofferenza è una punizione di Dio?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni