Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 01 Agosto |
Sant'Alfonso Maria de' Liguori
home iconChiesa
line break icon

La Chiesa cattolica riconosce meno dell’1% dei miracoli di guarigione

WEB2-GROTTE-LOURDES-MASSABIELLE-shutterstock_1498328153.jpg

Shutterstock I DyziO

Francisco Vêneto - pubblicato il 24/05/21

I 7 criteri per riconoscere una guarigione miracolosa

Il cardinale Prospero Lambertini, che in seguito sarebbe diventato Papa Benedetto XIV (Pontefice dal 17 agosto 1740 alla morte, il 3 maggio 1758), ha spiegato le caratteristiche del miracolo dal punto di vista medico-scientifico nella De servorum beatificatione et beatorum canonizatione (La beatificazione dei servi di Dio e la canonizzazione dei beati), libro IV, capitolo VIII, 2-1734.

In quel testo, definisce 7 criteri per il riconoscimento di una guarigione straordinaria o inspiegabile:

  • La malattia deve avere caratteristiche di gravità, con prognosi negativa.
  • La diagnosi reale della malattia dev’essere certa e precisa.
  • La malattia dev’essere solo organica.
  • Un eventuale trattamento non può aver favorito il processo di guarigione.
  • La guarigione dev’essere repentina, inattesa e istantanea.
  • Il ritorno alla normalità dev’essere completo (e senza convalescenza).
  • La guarigione dev’essere duratura (senza ricadute).

I 7 criteri di Lambertini sono validi ancora oggi e chiariscono il profilo specifico della guarigione inspiegabile, garantendo che ogni obiezione o contestazione sia tenuta in ampia considerazione prima di attestare che una determinata cura sia stata “scientificamente inspiegabile”.

Di 7.200 presunti miracoli, solo 70 riconosciuti

La serietà delle valutazioni dei presunti miracoli può essere percepita nei numeri collegati al santuario mariano di Lourdes, come già menzionato in precedenza.

Uno dei miracoli di guarigione più eclatanti che siano stati sottoposti all’analisi della Commissione Medica Internazionale di Lourdes è quello della religiosa Luigina Traverso, guarita repentinamente da una lombosciatica incapacitante da meningocele il 23 luglio 1965, dopo anni di trattamenti e vari interventi che non avevano dato alcun risultato.

Il 20 luglio 1965, la suora è andata a Lourdes in condizioni gravi. I medici le avevano raccomandato di non compiere il pellegrinaggio, perché il viaggio comportava un elevato rischio di morte.

Il 23 luglio, al passaggio del Santissimo Sacramento durante la celebrazione eucaristica, suor Luigina dice di aver sperimentato un’improvvisa sensazione di forte calore e benessere, accompagnata dal desiderio di alzarsi, cosa che le era impossibile da mesi. All’improvviso, ha recuperato il movimento dei piedi e ha smesso di provare dolore.

Il 24 luglio, accompagnata dalla madre superiora, la religiosa ha camminato senza alcun aiuto fino alla grotta di Lourdes per ringraziare la Madonna. Nello stesso giorno, ha partecipato alla Via Crucis dei pellegrini ed è salita pregando fino alla quarta stazione – la salita è ripida. Nei giorni successivi, suor Luigina già aiutava a prendersi cura dei malati che si recavano in pellegrinaggio al santuario.

Solo nel 2012 il miracolo è stato riconosciuto, una volta rispettate tutte le rigide tappe degli studi medici e scientifici, e infine l’analisi da parte della Chiesa. Sono quindi trascorsi ben 47 anni prima che la Chiesa dichiarasse formalmente il fatto miracoloso.

Il miracolo di Lourdes che ha convertito un medico agnostico vincitore del Premio Nobel

Un altro dei casi più significativi registrati a Lourdes è stata la guarigione di Marie Bailly, testimoniata da un medico all’epoca agnostico, il dottor Alexis Carrel. Il medico ha finito per convertirsi alla fede cattolica dopo aver studiato l’inspiegabile guarigione alla quale aveva assistito.

Carrel non è stato l’unico Premio Nobel colpito da ciò che accade di inspiegabile a Lourdes.

Più di recente, un altro medico francese che ha ricevuto il Nobel per la Medicina ha dichiarato che le guarigioni registrate a Lourdes sono inspiegabili per la scienza. Il dottor Luc Montagnier è diventato famoso, tra gli altri contributi rilevanti alla scienza, per la scoperta del virus Hiv. Ex direttore dell’Istituto Pasteur, lo scienziato di fama mondiale ha esposto la sua opinione sui miracoli di Lourdes nel libro Le Nobel et le Moine, in cui dialoga con il monaco cistercense Michel Niassaut.

  • 1
  • 2
Tags:
chiesa cattolicalourdesmiracoli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
JENNIFER CHRISTIE
Jeff Christie
Mia moglie è rimasta incinta del suo stupratore – e io ho accolto...
2
Gelsomino Del Guercio
Don Patriciello richiama Fedez che incita all’aborto: i pre...
3
NEWBORN, GIRL
Annalisa Teggi
Genova: neonata lasciata nella culla per la vita. Affidata, non a...
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
BENEDYKT XVI O KAPŁAŃSTWIE
Gelsomino Del Guercio
Nella Chiesa “separare i fedeli dagli infedeli”. La stoccata di B...
6
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
7
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni