Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 19 Giugno |
San Romualdo
home iconNews
line break icon

Allerta dei vescovi cattolici USA: il denaro dei contribuenti potrebbe presto pagare gli aborti

CAPITOL CONGRESS

Domaine Public

John Burger - pubblicato il 19/05/21

C'è la possibilità che il prossimo budget federale elimini l'Emendamento Hyde, che limita il finanziamento dell'aborto da parte dei contribuenti

I vescovi cattolici degli Stati Uniti stanno mettendo in guardia sul fatto che il Congresso potrebbe eliminare presto il cosiddetto Emendamento Hyde, che garantisce che il denaro dei contribuenti non venga usato per aborti volontari.

La Conferenza episcopale americana si mobilita

“È in corso un grande sforzo al Congresso per costringere tutti i contribuenti a pagare per gli aborti volontari”, sostiene un action alert sul sito web della Conferenza dei Vescovi Cattolici degli Stati Uniti. “L’Emendamento Hyde e altre leggi simili hanno a lungo protetto i contribuenti dal finanziamento degli aborti volontari”.

I presuli avvertono che “membri potenti del Congresso vogliono sbarazzarsi di queste leggi, sostenute sia dai Democratici che dai Repubblicani per 45 anni”.

“Senza l’Emendamento Hyde e le politiche collegate, miliardi di dollari dei contribuenti potrebbero essere usati per finanziare l’aborto negli Stati Uniti e nel mondo”, sostengono i vescovi, chiedendo ai cattolici di contattare i propri rappresentanti al Congresso per chiedere la protezione dell’Emendamento Hyde “e delle politiche collegate e di opporsi a qualsiasi disegno di legge che estenda il finanziamento dell’aborto da parte dei contribuenti”.

Che cos’è l’Emendamento Hyde?

L’Emendamento Hyde, che prende il nome dal defunto Henry Hyde, a lungo membro del Congresso per lo Stato dell’Illinois, è un provvedimento legislativo che bandisce l’uso di fondi federali per finanziare l’aborto se non per salvare la vita della donna, o se la gravidanza è frutto di incesto o stupro. Prima che l’emendamento entrasse in vigore nel 1980, si stima che ogni anno venissero realizzati circa 300.000 aborti usando i fondi dei contribuenti.

I pro-life sostengono che l’Emendamento Hyde abbia contribuito a salvare circa 2,4 milioni di vite negli Stati Uniti.

La nuova rotta di Biden

Dall’elezione del Presidente Joseph R. Biden Jr. e di un Congresso democratico, si è diffusa la preoccupazione per il fatto che le tutele dell’Emendamento Hyde siano a rischio. Il 10 maggio, un’organizzazione a sostegno dell’aborto chiamata All* Above All ha lanciato una campagna esortando Biden a sottoporre al Congresso un budget senza l’Emendamento Hyde e i divieti di copertura dell’aborto collegati, ha riferito la rivista Ms.

All’inizio della sua amministrazione, Biden ha invertito la cosiddetta Politica di Città del Messico, che bandisce il finanziamento federale per i programmi abortivi all’estero.

A febbraio, il repubblicano Chris Smith (R-NJ), co-presidente del Caucus Pro-life del Congresso, ha introdotto una legislazione per proibire l’uso di fondi dei contribuenti per finanziare gli aborti. La legislazione di Smith – il No Taxpayer Funding for Abortion e l’Abortion Insurance Full Disclosure Act del 2021 (H.R. 18) – rende permanente l’Emendamento Hyde e altri provvedimenti simili che bandiscono il finanziamento federale dell’aborto assicurando che le tasse non vengano usate per pagare gli aborti e i piani sanitari che lo includono.

Tags:
abortostati unitivescovi
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni