Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 13 Maggio |
Santa Giuliana da Norwich
home iconSpiritualità
line break icon

Le 5 domande fondamentali che i cristiani pongono sugli angeli

Renata Sedmakova | Shutterstock

Philip Kosloski - pubblicato il 22/04/21

Dopo la morte diventiamo angeli?

Gli angeli sono creture spirituali affascinanti. Molti cristiani si chiedono chi siano e quale impatto abbiano sul mondo.

Parlando in senso stretto, non sappiamo molto degli angeli al di là di quello che è rivelato nella Bibbia.

Sì, la Bibbia ci offre un buon barometro per analizzare i miti più comuni sugli angeli.

Ecco le 5 domande principali che i cristiani pongono sugli angeli e le rispettive risposte.

Dovremmo dare un nome al nostro angelo custode?

Negli ultimi anni è diventato popolare tra molti cristiani dare un nome al proprio angelo custode o recitare una novena per scoprirne il nome. Questa devozione è spesso collegata a storie miracolose, in cui la gente afferma di aver scoperto il nome del proprio angelo custode.

Se le storie sembrano confermare la legittimità di una tale pratica, la Chiesa cattolica è stata molto chiara circa la sua posizione sul dare un nome agli angeli.

Nel Direttorio sulla Pietà Popolare, proclama che “la pratica di assegnare nomi ai Santi Angeli dovrebbe essere scoraggiata, tranne nei casi di Gabriele, Raffaele e Michele, i cui nomi sono contenuti nella Sacra Scrittura”.

Dopo la morte diventiamo angeli?

Nella cultura popolare, è comune riferirsi a persone defunte come ad “angeli” in Paradiso. Per molti significa semplicemente che pensano che le persone decedute siano con Dio, dove vivono gli angeli.

A volte, tuttavia, questo pensiero confortante diventa più concreto, e alcuni credono che gli esseri umani diventino veramente degli angeli dopo la morte.

È vero? Un essere umano può morire e poi tornare in vita come angelo? O viene trasformato in una creatura diversa con la morte?

  • 1
  • 2
Tags:
angeli
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni