Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconStile di vita
line break icon

L’importanza delle cure palliative: “L’amore può ridarti la vita”

PALIATIVE CARE

Shutterstock | smolaw

Dolors Massot - pubblicato il 15/04/21

La ricercatrice Andrea Rodríguez racconta l'esperienza di un malato che aveva perso la voglia di vivere.

M. è un uomo sui 60 anni “che sembrava un vagabondo pur non essendolo, con sintomi di depressione da quando sua moglie, con cui aveva condiviso tutta la vita, era morta (nella stessa stanza in cui si trovava lui) cinque anni prima”.

Arrivando nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale “ha rifiutato un trattamento con antibiotici, cosa che come effetto secondario avrebbe provocato la sua morte, perché – come egli stesso ha affermato – non voleva continuare a vivere, preferiva morire”.

Lo racconta la ricercatrice Andrea Rodríguez Prat, dell’Universitat Internacional de Catalunya (UIC), che ha realizzato uno studio della pratica clinica in un reparto di terapia intensiva del Canada, convivendo con i pazienti e i professionisti che li assistevano.

La storia di M. l’ha colpita.

M. aveva deciso di non continuare a vivere. Non trovava un senso alla sua situazione. “Le 48 ore successive al ricovero sono state critiche”, ha affermato la ricercatrice. “Era sul punto di morire”.

Qualcosa di inaspettato

Poi, però, è accaduto un fatto fondamentale, che la ricercatrice ha messo per iscritto. “C’è stato qualcosa che gli ha restituito la vita: ha ricevuto la visita di alcuni amici intimi”.

Andrea Rodríguez Prat ha chiesto più tardi alla dottoressa H. “L’amore può restituire la voglia di vivere?”

“Sì – mi ha detto -, in terapia intensiva assistiamo a molti miracoli come questo. L’amore può ridare la vita”.

Questa storia è una delle quattro che la ricercatrice ha deciso di raccogliere in un articolo scientifico intitolato “L’esperienza del sublime in un’unità di cure palliative”.

“La morte”, afferma, “è l’esperienza più inevitabilmente condivisa dall’umanità”.

“Nella filosofia delle cure palliative, il tempo per vivere e il tempo per morire a cui fa riferimento il Libro dell’Ecclesiaste nella Bibbia si mescolano: c’è una vita nell’anticamera della morte e un morire rendendo onore alla vita”.

“Può verificarsi un’esperienza profonda, sublime, direbbe Kant”.

  • 1
  • 2
Tags:
cure palliative

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni