Aleteia logoAleteia logoAleteia
martedì 04 Ottobre |
San Francesco d'Assisi
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Capelli d’oro, 9 anni, veste bianca: identikit di un angelo custode

SAINT FRANCESCA

Wikipedia

Santa Francesca Romana

don Marcello Stanzione - pubblicato il 31/03/21

Santa Francesca Romana, mistica del XIV secolo, sostiene che c’erano quattro occasioni in cui poteva contemplare il volto del suo angelo

Santa Francesca Romana (1384-1440) godeva della presenza del proprio angelo custode, senza poter comunque guardarlo in volto. Quando voleva fissare gli occhi su di lui, le accadeva ciò che accade a quelli che fissano il sole. 

Ella non lo vedeva soltanto nel suo oratorio, ma anche in chiesa, nelle strade, e le pubbliche piazze e nelle assemblee. Posto costantemente alla sua destra, egli la accompagnava ovunque, e non se ne allontanava mai. 

santa francesca romana
Santa Francesca Romana trascorreva ore ed ore in preghiera davanti al crocifisso.

Le quattro occasioni

Ben di più, vi erano quattro occasioni in cui santa Francesca Romana poteva contemplare il volto dell’angelo custode. La prima, quando qualcuno, nella conversazione, lasciava sfuggire alcune parole colpevoli, allora ella lo vedeva velare il proprio volto con le sue due mani. La seconda, quando lei pregava. La terza, quando dei demoni la vessavano con tentazioni importune. La quarta, infine, quando ella s’intratteneva su di lui col proprio confessore.

Volto levato verso il cielo

Ella diceva al suo confessore che vedeva sempre il suo Angelo col volto levato e gli occhi rivolti verso il Cielo, che il suo aspetto, richiamandole il ricordo di quello specchio divino che aveva l’abitudine di contemplare nei suoi rapimenti e le sue estasi, bastava per infiammarlo ed innalzarlo a Dio. 

Bambino di nove anni

Egli le appariva sotto forma di un bambino di nove anni, con le braccia incrociate sul petto. La sua capigliatura sembrava d’oro: era crespa e abbastanza lunga per coprire il suo collo, e scorrere, sulle sue spalle. Portava una veste d’uno smagliante biancore, ed una tunica di suddiacono il cui colore non era sempre lo stesso. 

I sorrisi all’angelo custode

Questi abiti coprivano interamente il suo corpo preso e scendevano fino ai suoi piedi, sempre molto puliti, benché camminasse spesso nel fango senza essere calzato. Quando santa Francesca Romana parlava di lui al suo confessore, ella lo contemplava in volto, gli sorrideva familiarmente senza che avesse l’aria di trovarlo cattivo. Poi prendeva le sue mani e le poneva sulla sua testa, lo carezzava anche talvolta, per ordine del Padre.

Tags:
angelisanta francesca romana
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni