Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 24 Luglio |
San Charbel
home iconChiesa
line break icon

Mea culpa del cardinale di Colonia sugli abusi sessuali nascosti

Mgr Rainer Maria Woelki, archevêque de Berlin © Markus NOWAK/KNA-Bild/CIRIC

Rainer Maria Woelki, cardinale della Chiesa tedesca e arcivescovo di Colonia.

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 25/03/21

Woelki ammette le omissioni. “Non ho fatto tutto ciò che è umanamente possibile”

Il cardinale Rainer Maria Woelki, arcivescovo di Colonia, ha ammesso la sua negligenza nell’affrontare casi di abusi sessuali, ma esclude di dare le dimissioni. 

Le accuse contro l’arcidiocesi di Colonia

Nel corso di una conferenza stampa indetta per presentare le conseguenze derivanti dal rapporto sugli abusi sessuali compiuti nell’arcidiocesi di Colonia, presentato lo scorso 18 marzo, Woelki ha ribadito che in un caso ha “agito in modo rispettoso e legalmente sicuro”.

Il cardinale durante l’eucaristia nella cattedrale di Colonia.

Il caso “Fall O”

Ha sottolineato però che “non si tratta solo di fare la cosa giusta, si tratta di fare tutto ciò che è umanamente possibile, e non l’ho fatto”. 

Nel caso in questione (definito “Fall O”) Woelki non denunciò alle istituzioni vaticane un caso di abuso per lo stato di salute del sospettato. “Anche se sembrava senza speranza e il risultato era prevedibile, sarebbe stato meglio se l’avessi fatto”, ha considerato il cardinale. 

L’ammissione dell’arcivescovo 

Woelki ha anche ammesso la negligenza riguardo a un altro caso di abusi sessuali nella Chiesa di Colonia. Woelki si è rammaricato di aver reintegrato un sacerdote con compiti limitati su istruzione ricevuta dalle competenti autorità vaticane, nonostante gli atti compiuti dal sacerdote fossero comprovati. È stato solo nel 2018 che il sacerdote è stato sospeso da Woelki dopo che sono state rese note nuove accuse (Agensir, 23 marzo).

La vittime di abusi sessuali entra in Commissione

Intanto Papa ha nominato membro della Commissione Pontificia per la Tutela dei Minori Juan Carlos Cruz. E’ una delle vittime che per primo denunciò, allo stesso Papa, gli abusi da parte del clero nel suo Paese, il Cile.

Papa Francesco ha poi prorogato tutti gli altri membri della stessa Commissione. (ANSA, 24 marzo).

Tags:
abusicardinale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Theresa Aleteia Noble
I consigli di 10 sacerdoti per una confessione migliore
3
MEDJUGORJE
Gelsomino Del Guercio
L’inviato del Papa: l’applauso dopo l’Adorazion...
4
José Miguel Carrera
La lettera di un giovane ex-protestante convertitosi al cattolice...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Catholic Link
Una guida per l’esame di coscienza da ripassare prima di og...
7
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni