Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 18 Aprile |
Aleteia logo
Storie
separateurCreated with Sketch.

La bambina missionaria ha sognato Carlo Acutis prima di morire a 10 anni

TERESITA

Photo courtesy of the Archdiocese of Madrid.

Francisco Vêneto - pubblicato il 20/03/21

La madre di Teresita Castillo de Diego ha raccontato alcuni dettagli sulla morte della figlia, che ha commosso il mondo

La bambina missionaria Teresita Castillo de Diego ha sognato Carlo Acutis prima di morire a 10 anni a Madrid. La piccola soffriva di cancro e aveva espresso il desiderio di essere registrata ufficialmente come missionaria della Chiesa cattolica, cosa che le è stata concessa dall’arcidiocesi della capitale spagnola.

Teresa de Diego, madre della bambina, che era nata in Russia ed era stata adottata a 3 anni, ha concesso un’intervista a Javier Navascués, del portaleInfocatólica, parlando della figlia e del suo rapporto con Dio.

Circa la morte di Teresita:

“Ho visto tutto questo come qualcosa venuto da Dio. Fin dalla prima operazione di Teresa c’è stata molta gente che ha pregato per mia figlia, come anche grandi dimostrazioni d’affetto. Molte persone si sono sentite toccate dalla testimonianza di Teresita. E Dio mi ha dato molta forza”.

Circa la personalità della piccola missionaria:

“Era molto spiritosa, molto affettuosa, salutava tutti, anche le persone sconosciute. Conversava con i poliziotti, con i postini, con tutti. Ogni volta che c’era qualcuno alla porta della chiesa si fermava a parlare. Ho appena parlato con una signora che chiede sempre l’elemosina nella chiesa dell’Escorial e ha iniziato a piangere perché voleva molto bene a Teresita”.

Sulla vita di preghiera della figlia:

“Veniva sempre con me alla Messa quotidiana, e poi andava contenta a salutare il sacerdote, che le dava un dolcetto. Recitava a letto le sue preghiere, semplici ma profonde, con grande devozione. Quest’anno abbiamo iniziato a recitare tutto il Rosario prima che si addormentasse. Si confessava spesso”.

Sulla sofferenza di Teresita:

“Ha affrontato il dolore con molta fermezza. Sembrava una crocifissa. Si comunicava tutti i giorni e pregava con il sacerdote. Ho visto nella malattia di mia figlia un martirio, e ogni volta che entrava nella sala della terapia intensiva era come salire sul Calvario. Non riusciva più a parlare, ma sapevo che mia figlia offriva tutta la sua sofferenza”.

La madre della giovane missonaria ha aggiunto che tra i dolori più forti la bambina pregava, anche se con voce debole: “Sacro Cuore di Gesù, confido in Te”.

Il sogno di Carlo Acutis

“Ha sognato spesso il cielo. Nel primo ha detto che si sentiva molto bene e che aveva visto il nonno. A gennaio ha sognato di nuovo il cielo e il nonno, ma ha aggiunto che aveva chiesto a Dio se poteva vedere Carlo Acutis. Quel desiderio è stato esaudito. Era anche molto devota a Santa Perpetua, e provvidenzialmente è morta nel giorno della festa di quella santa”.

Tags:
bambinacarlo acutismissionarisogno
Top 10
See More