Aleteia logoAleteia logoAleteia
sabato 20 Aprile |
Aleteia logo
Chiesa
separateurCreated with Sketch.

La basilica con le reliquie degli apostoli Filippo e Giacomo

WEB2-AMSXIIA26FEB21-Basilica-Santi-XII-Apostoli-Antoine-Mekary-ALETEIA-AM_6924.jpg

Antoine Mekary | ALETEIA

La chiesa appartiene al Patrimonio del Fondo Edifici di Culto - Ministero dell'Interno

Marinella Bandini - pubblicato il 26/02/21

Rivivi l’antica tradizione quaresimale dei cristiani di Roma. Alla scoperta delle “chiese stazionali”

Anticamente, il venerdì della prima settimana di Quaresima era un giorno legato alla preparazione degli ordinandi al diaconato e al sacerdozio, i cosiddetti “scrutini”. Servivano chiese grandi, per questo fu scelta come “chiesa stazionale” la basilica dei Santi XII Apostoli.

La struttura originaria della basilica risale al VI secolo. Era dedicata agli apostoli Filippo e Giacomo, le cui reliquie sono ancora custodite nella grande cripta. Un grave terremoto la distrusse (1348) e venne riedificata nel XV secolo. Da allora è dedicata a tutti gli apostoli, le cui statue campeggiano all’esterno, sulla balaustra.

Nei vari restauri si sono aggiunti il portico a nove arcate e la facciata del Valadier, oltre a varie opere d’arte. La pala d’altare, che raffigura il “Martirio degli apostoli Filippo e Giacomo”, è la più grande di tutta Roma.




Leggi anche:
Che ne è stato dei dodici apostoli?

Liberatevi da tutte le iniquità
 commesse, dice il Signore,
 e formatevi un cuore nuovo
 e uno spirito nuovo.
 (Ez 18,31)

* In collaborazione con l’Ufficio comunicazioni sociali del Vicariato di Roma

Tags:
apostolichiese stazionaliquaresimastazioni quaresimali
Top 10
See More