Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 04 Dicembre |
San Francesco Saverio
home iconApprofondimenti
line break icon

L’immensa discarica della vita umana.

By Peeradon payakpan | Shutterstock

Don Fortunato Di Noto - pubblicato il 05/11/20

Un fatto di cronaca nel ragusano: una madre può dimenticarsi di suo figlio al punto di gettarlo via? Combattere per la vita è un dovere

Bambino buttato nel cassonetto della spazzatura. Una dolorosa notizia di cronaca che arriva da Ragusa.

Una madre può dimenticare un figlio, così da non commuoversi? Accade. (Isaia 49, 8-26) È quel cassonetto della spazzatura che fa impressione, che racchiude tutto il disprezzo per la vita, lo scarto – un bambino, la vita – da buttare, eliminare.
Un uomo passò e sentì il pianto e lo salvò. Che bellezza essere salvati. Che tristezza essere rifiutati, abbandonati, buttati.

Tutelare la vita

La sconfitta, perché di questa si tratta non deve schiacciare la tutela della vita e l’accoglienza della fragilità umana. Quel cassonetto, plastica immagine di che vuole compattare la vita come rifiuto nell’indifferenziata, non deve ostacolare l’accoglienza della vita fin dal suo concepimento e la sua tutela… Perché la vita di un bambino non è spazzatura da buttare nell’ indifferenziata. Nessuna vita è o può essere considerata un rifiuto o un business.

Una amica mi scrive, e non posso non dargli ragione, che: «Fa ancora più impressione il silenzio del mondo di fronte alla immensa discarica che è diventato il grembo delle madri che abortiscono i loro figli. Nel silenzio del mondo e di chi invece dovrebbe gridare contro questo orrore».
Può una madre dimenticare il proprio figlio fino a non commuoversi per lui? E’ una domanda che risuona da sempre. Accade.
Che la madre e il padre siano presi dal rimorso, dal pentimento e siano visitati dalla luce della vita, oltre le difficoltà e il disorientamento. Si facciano aiutare per amare la vita e non abbandonarla. Abbiano un sussulto di umanità e di cuore appassionato tra il pentimento, la correzione fraterna e il riprendere ciò che fu definito ‘scarto’.


QUINUA

Leggi anche:
Lotta alla “cultura dello scarto” ed elogio dell’“inutilità” evangelica

Sostenere le donne

Quanto accaduto ci richiama all’urgenza di offrire ad ogni gestante in difficoltà concrete alternative all’aborto e all’abbandono e, insieme, quella di promuovere una campagna per diffondere la conoscenza della possibilità di partorire in anonimato nel nostro Paese. Il richiamo delle culle della vita.

Risuonano forti le parole e l’appello di San Giovanni Paolo II, sempre attuali: dobbiamo impegnarci sempre in «una riaffermazione precisa e ferma del valore della vita umana e della sua inviolabilità, ed insieme un appassionato appello rivolto a tutti e a ciascuno, in nome di Dio: rispetta, difendi, ama e servi la vita, ogni vita umana! Solo su questa strada troverai giustizia, sviluppo, libertà vera, pace e felicità!» (Evangelium Vitae, n.5, 1995).

Dovremmo scrivere in ogni angolo del mondo queste parole, una sorta di manifesto permanente, fare risuonare fin dal grembo materno questa ‘cantilena per i piccoli’, per tutti:

– Rispetta la vita.
– Ama la vita.
– Servi la vita.
– Ogni vita umana.

Iniziamo a ricordare e continuiamo a difendere la vita.

Tags:
cultura dello scartopro life
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
POPE FRANCIS ON CHRISTMAS
Giovanni Marcotullio
Non esiste alcuna “Messa di Mezzanotte”... sì...
FATHER JOHN FIELDS
John Burger
Muore sacerdote che si era offerto volontario...
MARIA DEL MAR
Rodrigo Houdin
È stata abbandonata in una discarica, ma ha c...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
CHARLES
Anna Ashkova
La preghiera del Beato Charles de Foucauld da...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni