Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 16 Giugno |
Santi Quirico e Giulitta
home iconCultura
line break icon

Maria? Una maestra di comunicazione per chi porta la bella notizia!

MARIA COMUNICAZIONE WECA

WeCa

Weca - Associazione Webcattolici Italiani - pubblicato il 29/10/20

La comunicazione è l’elemento che sta alla base dei nostri rapporti umani ma anche di tutta la nostra società. Attraverso la comunicazione impariamo tutto ciò che sappiamo sul mondo e sugli altri, con essa lavoriamo e ci esprimiamo, fino al punto in cui si può affermare che ogni nostra azione, in un contesto o nell’altro, è una forma di comunicazione.

Per migliorare le doti comunicative sono fiorite diverse iniziative di formazione: corsi di public speaking, ovvero del parlare in pubblico, corsi di psicologia della comunicazione e persino di teologia della comunicazione. E ci sono tanti guru, influencer ed esperti di comunicazione capaci di imporre nuovi standard e di diventare vere e proprie icone.

Ma c’è un’altra figura che può ispirare l’attività di un comunicatore: Maria, la Madre di Gesù.

Nel nuovo Tutorial WeCa “Maria e la comunicazione”, realizzato in collaborazione con la Pontificia Academia Mariana Internationalis, padre Stefano Cecchin, presidente di questa istituzione della Santa Sede chiamata a coordinare tutti gli studiosi mariani del mondo spiega perché Maria sia così importante per la Chiesa: «Lei è diventata la scelta da Dio, l’amata dal Signore per diventare il luogo dell’incarnazione. La chiamiamo Vergine Madre: la verginità indica che il figlio che Maria ha concepito non è il figlio di Giuseppe, ma il figlio di Dio. La sua maternità indica che realmente il figlio di Dio è diventato il nostro fratello, uno di noi. Maria non è una devozione nella Chiesa ma è una realtà importante per la nostra fede che ci è stata donata direttamente da Gesù dalla croce. Guardando a lei abbiamo la garanzia di essere veramente fratelli del suo Figlio».

Ma perché Maria è così importante per chi comunica? «La figura di Maria – spiega padre Stefano Cecchin nel tutorial – è il segno che il Dio invisibile si è fatto visibile, si è fatto palpabile, toccabile, è diventato uno di noi proprio per mezzo di Maria». Maria è una maestra di comunicazione attraverso il suo esempio: «Maria, che ha dialogato con il Dio-Verbo che è diventato suo figlio, accogliendo e recependo la Parola, si è messa subito in viaggio per portare questa presenza di Dio alla cugina Elisabetta». Con l’esempio Maria ci spiega che cos’è il cristianesimo: «È un annuncio di gioia e di speranza. Maria ci insegna a portare la buona notizia e a creare il benessere, la gioia, la speranza negli altri. Maria è la nostra protettrice, ma anche la maestra di come dobbiamo comunicare la presenza di Dio in mezzo a noi».

La Pontificia Academia Mariana Internationalis, che coordina gli studi sulla figura di Maria attraverso una prospettiva transdisciplinare, diventa allora un luogo di dialogo: «È un dialogo franco e sereno – racconta il direttore dello sviluppo della PAMI Paolo Cancelli – dove è possibile raccogliere e co-costruire un programma dove al centro c’è la Madre del Signore. L’Accademia è un luogo di incontro sereno senza barriere, senza confini, capace di supportare una dinamica di sviluppo del bene comune per il nostro pianeta».




Leggi anche:
Marshall McLuhan, passione per la comunicazione ispirata dalla Vergine Maria

Qui l’articolo originale apparso sul sito di WeCa

Tags:
comunicazionemadonnaweca
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Landen Hoffman
Sarah Robsdotter
“Gli angeli mi hanno preso e Gesù mi vuole bene”: un bimbo di 5 a...
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
ANDREA BOCELLI FATIMA
Paola Belletti
Andrea Bocelli a Fatima: “Maria è il percorso obbligatorio ...
6
POWELL BROTHERS
Sarah Robsdotter
Il video di un bambino che canta al fratellino Down diventa viral...
7
Aleteia
Chi sorride così al momento della morte?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni