Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 23 Gennaio |
Santa Marianne (Barbara) Cope di Molokai
home iconNews
line break icon

Prete ucciso a Como, i migranti: così don Roberto ci ha salvato

DON ROBERTO MALGESINI

Basilica Cattedrale di Como

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 16/09/20

Il ricordo commosso dei poveri di don Roberto Malgesini. La zia Giuliana: era talmente buono che faceva i funerali anche agli uccellini morti

Il popolo di Como piange don Roberto Malgesini, accoltellato a morte da un migrante. In centinaia hanno preso parte alla veglia in suffragio e al suo funerale. Sono numerosi coloro che hanno ricevuto un gesto di aiuto da questo sacerdote molto amato.

Don Roberto era il coordinatore del gruppo colazioni, i volontari che tutte le mattina si preoccupano di portare un the caldo o qualcosa da bere ai senzatetto della città. E proprio uno di loro lo avrebbe aggredito a morte per cause da accertare.

Nel giorno dei funerali,La Stampa (15 settembre), descrive scene di sincera commozione davanti alla chiesa:

Il ragazzo che piange lontano da tutti si chiama Mamadou: «La vedi questa camicia? Me l’ha regalata lui sabato mattina». La donna che tira manate contro la porta chiusa della casa parrocchiale, invece, è arrivata qui al confine fra Italia e Svizzera partendo dal Gambia: «I miei figli sarebbero morti di fame senza don Roberto.

I funerali agli uccellini

Duramente colpita dalla notizia anche l’adorata zia Giuliana. «L’ho cresciuto a casa mia, come fosse mio figlio – racconta la donna di 83 anni – Lui e il fratello Mario, finite le lezioni a scuola, venivano a casa mia, si trattenevano sino a sera. I genitori lavoravano, non potevano badare a loro. Mi sono affezionata a lui come a un figlio. Sin da piccolo diceva che voleva fare il prete. Giocava nel giardino con mia figlia Emma, erano legatissimi i due cugini, e quando trovavano un uccellino morto nel verde, lui saliva in solaio, prendeva dei vecchi abiti, li indossava perché ne celebrava il funerale. Era il più buono di tutti i cugini. Ha fatto tanto del bene».


SUICIDE OF JUDAS

Leggi anche:
Due giovani preti suicidi in Francia: possiamo azzardare una spiegazione?

“Gli ultimi sono il suo pane”

«È sempre stato un prete molto in gamba – ricorda don Vito Morcelli, il parroco della popolosa frazione del Comune di Cosio Valtellino – e sin da piccolo aveva espresso il desiderio di fare del bene agli altri. C’è riuscito alla perfezione. E l’ha fatto, giorno dopo giorno, con entusiasmo. Con radicalità evangelica. Voleva stare con gli ultimi. “Gli ultimi sono il suo pane“, proprio come ripete Papa Francesco» (Il Giorno, 15 settembre).

Papa Francesco: ucciso da uno che lui stesso aiutava

Proprio il Papa, durante l’udienza del mercoledì in Vaticano, ha detto: «Desidero ricordare in questo momento don Roberto Malgesini, sacerdote della diocesi di Como che è stato ucciso da una persona bisognosa che lui stesso aiutava, una persona malata di testa».

«Mi unisco al dolore e alla preghiera dei suoi famigliari e della comunità comasca – ha proseguito il Pontefice – e come ha detto il suo vescovo, rendo lode a Dio per la testimonianza, cioè per il martirio, di questo testimone della carità verso i più poveri».

«Preghiamo in silenzio per don Roberto Malgesini – ha concluso – e per i tutti i preti, suore, laici, laiche che lavorano con le persone bisognose e scartate dalla società!» (Rai News, 16 settembre).




Leggi anche:
Prete ucciso a Como: si è costituito l’omicida


SUICIDE OF JUDAS

Leggi anche:
Due giovani preti suicidi in Francia: possiamo azzardare una spiegazione?




Leggi anche:
Trovato il corpo di padre Lopez Guillen, è il terzo prete ucciso in Messico nell’ultima settimana

Tags:
omicidioprete
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
LIBBY OSGOOD
Sandra Ferrer
Libby Osgood, la scienziata della NASA diventata suora
4
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
5
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti maligni a San Miche...
6
NIEBO
Sergio Argüello Vences
La notte in cui ho parlato con mio cugino in cielo
7
ST JOSEPH,THE WORKER CARPENTER, JESUS,CHILDHOOD OF CHRIST
Philip Kosloski
L'antica preghiera a San Giuseppe che non ha mai fallito
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni