Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 12 Maggio |
home iconStile di vita
line break icon

Verginità, celibato e castità non sono la stessa cosa!

MAŁŻEŃSTWO

Hrecheniuk Oleksii | Shutterstock

Catholic Link - pubblicato il 06/07/20

La vita consacrata non è altro che uno stato di donazione permanente della propria persona a Dio, e agli altri per amor Suo. Per questo il fine a cui punta la sessualità si realizza pienamente nella vita consacrata. Per quanto si prescinda dal mezzo, si raggiunge il fine, e una volta raggiunto non c’è spazio per la frustrazione.

3. Castità: vivere pienamente la sessualità

SMILING COUPLE
Photo by Jared Sluyter on Unsplash

La castità implica il fatto di vivere pienamente la sessualità in base alla propria condizione. Per una persona che non è sposata o si è impegnata nel celibato, la castità implicherà il fatto di astenersi dai rapporti sessuali, mentre per una persona sposata vivere la castità implicherà il fatto di avere rapporti sessuali, sempre ovviamente nel contesto dell’amore.

La castità implica il fatto di ordinare le forze del mondo della sessualità all’amore. La castità è un “Sì” all’amore. Se nella pratica implica delle rinunce, i “No” sono sempre conseguenza di un “Sì” più grande. La castità non è né repressione né negazione della sessualità, ma il suo ordinarla all’amore.

La castità è una virtù, ovvero un’abitudine che perfeziona. Come ogni abitudine, si acquisisce mediante la ripetizione di atti liberi, e l’atto a partire dal quale si costruisce la virtù della castità è l’ordinazione delle forze del mondo della sessualità all’amore.

Vista in questo modo, la castità non implica la rinuncia alla sessualità. È un modo di guardare, un modo di parlare, di toccare, di mostrarsi di fronte agli altri… È molto più che avere o meno rapporti sessuali.

Il nostro autore ha un blog, www.amafuerte.com, in cui potrete trovare altri contenuti su questo tema.

Qui l’articolo originale pubblicato su Catholic Link.

  • 1
  • 2
Tags:
castitàcelibatoverginità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
rosary
Aleteia
Sapete quali sono i sacramentali istituiti dalla Madonna?
7
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni