Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 27 Luglio |
San Pantaleone
home iconSpiritualità
line break icon

3 belle cose che ho scoperto recitando l’Angelus ogni giorno

Catholic Link - pubblicato il 16/06/20

di Silvana Ramos

Da qualche tempo recito l’Angelus ogni giorno. All’inizio ho dovuto mettermi un promemoria sotto forma di sveglia perché la mia mente è fragile e la giornata occupata. Tra riunioni su Zoom, cucina e figli, sono riuscita a conquistare quei due minuti.

Sono bastati quei due minuti al giorno per toccare la mia vita. Condivido queste riflessioni sperando che possano essere di aiuto.

1. Fare una pausa per salutare mia madre con l’Angelus mi restituisce il sorriso

ŚMIECH KOBIETY
Priscilla Du Preez/Unsplash | CC0

“L’Angelo del Signore portò l’annunzio a Maria – Ed ella concepì per opera dello Spirito Santo”.

Il mezzogiorno è un momento della giornata piuttosto complicato. Almeno a casa mia c’è molto da fare, in cucina il lavoro ferve.

Allo stesso tempo, bisogna dare un’occhiata ai bambini che fanno i compiti, e nei giorni più fortunati (per usare un po’ di ironia), nel calendario figura anche qualche riunione di lavoro. Sembrerebbe impossibile fare una pausa.

Col passare dei giorni e l’insistenza, mi sono resa conto che si tratta a malapena di due minuti, un breve istante in cui la propria vita si ferma, si eleva il cuore al cielo, e senz’altro il cielo risponde.

Ricordare il saluto dell’angelo, oltre a portarmi indiscutibilmente a mettermi alla presenza di Maria, mi porta anche a uno stato di saluto, fermandomi e dicendo alla Vergine “Ciao, mamma”.

Quel saluto mi restituisce il sorriso. Tutta la follia del mezzogiorno, la stanchezza e anche il cattivo umore vengono dimenticati per un momento (almeno). Immagino che la Vergine mi guardi con gioia, come quando vedo i miei figli che entrano correndo e dicono rapidamente “Ciao, mamma, ti voglio bene”, scomparendo con la stessa velocità.

Pensare che posso offrire quel poco alla Vergine mi incoraggi ad andare avanti con le occupazioni della giornata.

2. Recitare l’Angelus mi ha permesso di riconoscere che tutto il mio lavoro è per il Signore

FLOWER
Y Photo Studio|Shutterstock

“Eccomi, sono la serva del Signore. – Si compia in me la tua parola”.

La stanchezza, il caos, il non poter far tutto, il cattivo umore, la mancanza di pazienza, tutto insieme… la voglia di pregare scompare.

Bisogna compiere uno sforzo, piccolo, due minuti, anche se non se ne ha voglia.

A poco a poco, quei due minuti mi hanno ricordato il senso del mio lavoro. Di fronte alla stanchezza, alla voglia di gridare, ripetere “Eccomi, sono la serva del Signore” mi dona un po’ di accettazione e di calma.

A immagine di Maria, quel “Fiat” mi ricorda che non sono sola. Che le mie azioni, tutte insignificanti, possono diventare una preghiera d’amore.

È ricordare il senso della mia stanchezza, del mio sforzo. È tutto un lavoro d’amore, per la mia famiglia, per il mio lavoro, per la mia comunità, per Dio.

E quando i giorni sono di riposo o tranquilli, anche lì “Fiat, Signore”. Voglio godermi i Suoi doni, la gioia di sentirmi figlia.

  • 1
  • 2
Tags:
angeluspreghieravergine maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
3
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L’Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontan...
4
MASS
Gelsomino Del Guercio
Niente Green Pass per andare a messa: la precisazione del Governo
5
Gelsomino Del Guercio
Cesare Cremonini indica al cardinale Zuppi “la strada per i...
6
don Marcello Stanzione
Fra Modestino da Pietrelcina rivela: Padre Pio ha visto mio padre...
7
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni