Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

Tutti i cristiani chiamati a pregare per una nuova Pentecoste: domenica alle 22.00 ora di Roma

WEB2-eucharistic_adoration-GODONG-fr465275a.jpg
Adoration eucharistique
Condividi

Invito del Rinnovamento Carismatico Cattolico a ricordare che i più grandi miracoli dello Spirito arrivano in risposta alla nostra lode

I cristiani di ogni denominazione e comunità ecclesiale sono virtualmente invitati a unirsi alle 22.00 ora di Roma di questa domenica, solennità di Pentecoste, per implorare lo Spirito Santo e chiedere una “nuova Pentecoste” nel mondo.

L’iniziativa viene da CHARIS (http://www.charis.international/en/home/#), un’organizzazione creata dal Vaticano lo scorso anno per essere al servizio del Rinnovamento Carismatico Cattolico in tutte le sue forme.

La veglia inizierà con una riflessione sulla Parola di Dio, la lettura del racconto di Pentecoste negli Atti degli Apostoli.

Seguiranno una breve omelia e la recita della sequenza di Pentecoste in cinque lingue.

In seguito, i cristiani dei cinque continenti si alterneranno per pregare e proclamare la gloria di Dio nelle rispettive lingue, segno del fatto che lo Spirito Santo riunisce i credenti al di là delle differenze di cultura, comunità ecclesiale o lingua, come ha fatto il giorno di Pentecoste, quando “Parti, Medi, Elamiti, abitanti della Mesopotamia, della Giudea e della Cappadocia, del Ponto e dell’Asia, della Frigia e della Panfilia, dell’Egitto e delle parti della Libia cirenaica e pellegrini romani, tanto Giudei che proseliti, Cretesi e Arabi” sentivano gli apostoli parlare “delle grandi cose di Dio nelle nostre lingue”.

Il predicatore della Casa Pontificia, il cappuccino padre Raniero Cantalamessa, ha un messaggio speciale per l’evento:

“I più grandi miracoli dello Spirito Santo non avvengono in risposta alle nostre suppliche, ma in risposta alla lode… Il miracolo più grande della lode è quello che avviene in chi la pratica, specialmente nella prova. Dimostra che la grazia è stata più forte della natura.

Il miracolo di Paolo e Sila nella prigione – e dei tre fanciulli nella fornace ardente – si ripete in infiniti modi e circostanze: liberazione dalla malattia, dalla dipendenza dalla droga, da una condanna ingiusta, dalla disperazione, dal proprio passato…

Affoghiamo dunque il virus nel mare della lode, o almeno sforziamoci di farlo; opponiamo alla pandemia, la dossologia. Uniamoci a tutta la Chiesa che nel Gloria della Messa proclama: “Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa”. Nessuna supplica, soltanto lode in questa preghiera!”

Si pensa che all’evento si uniranno partecipanti da più di 100 Paesi, che saranno collegati al sito web di CHARIS, http://www.charis.international/.

CHARIS offre una rivista, corsi, comunità e numerosi altri servizi.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni