Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
mercoledì 21 Aprile |
Sant'Anselmo d'Aosta (e di Canterbury)
home iconArte e Viaggi
line break icon

Quando la peste colpì Vienna nel 1679, l’imperatore fece costruire questo monumento come segno di fede

Plague Column

Copycat37 | Shutterstock

V. M. Traverso - pubblicato il 27/05/20

Oggi i Viennesi stanno tornando davanti alla “Colonna delle Peste” per pregare per la fine della pandemia che affligge il mondo

Nel 1679, la città di Vienna (Austria) venne colpita da un violento scoppio di peste che si stima abbia ucciso 750.000 persone. Vienna era all’epoca la fiorente capitale dell’Impero Austro-Ungarico, che tra il 1867 e il 1918 governò il territorio oggi occupato da Austria, Germania, Ungheria e parte dell’Italia. L’imperatore Leopoldo I dovette lasciare la capitale per difendere se stesso e la sua famiglia dalla malattia, ma decise di lasciare un segno di speranza e della sua fiducia nell’aiuto di Dio perché la peste finisse.

Optò per una “Colonna della Misericordia”, che mostrava la Santissima Trinità con nove angeli. All’inizio venne eretta una colonna rudimentale di legno realizzata dallo scultore locale Johann Frühwirth. Le successive revisioni portarono alla versione finale della colonna, inaugurata nel 1694. Alta 21 metri e con elaborati motivi barocchi, la Colonna della Peste è ora considerata un punto di riferimento fondamentale di Vienna.

Thomas Ledl |Wikipedia|CC BY-SA 3.0

Il tributo alla Santissima Trinità è rappresentato in molti modi. Nella parte superiore del piedistallo, Leopoldo I è rappresentato mentre prega Dio perché interceda durante la peste. Gli angeli sono in numero multiplo di tre. Il livello più alto della colonna ospita una rappresentazione della Santissima Trinità, segno della gratitudine della città per aver superato l’epidemia. La peste è rappresentata alla base della struttura, come una figura femminile dall’aspetto malvagio che viene mandata via da un angelo e da una giovane donna che tiene in mano una croce.

Nelle ultime settimane, la colonna è diventata un , con gli abitanti che accendono candele, lasciano fiori e pregano per la fine della pandemia del coronavirus. Il monumento è particolarmente suggestivo di notte, quando il marmo e le decorazioni dorate brillano nel buio grazie alle candele votive rosse lasciate dalla gente.

Tags:
coronavirusepidemiapestesantissima trinità
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Gelsomino Del Guercio
Scoperti nuovi frammenti della Bibbia: ma al posto di Dio c’è scr...
2
Gelsomino Del Guercio
7 santuari uniti da una linea retta. La misteriosa fede per San M...
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
5
SERGIO DE SIMONE
Gelsomino Del Guercio
L’agonia di Sergio, il bambino napoletano che fu sottoposto...
6
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
7
PADRE ALDO TRENTO
Il blog di Costanza Miriano
Se un prete si innamora di una donna. Padre Aldo racconta la sua ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni