Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 29 Novembre |
Santa Caterina Labouré
home iconChiesa
line break icon

Sardegna, il governatore dice "sì" alle messe. I vescovi frenano: decidiamo noi

SANT'EUSTORGIO

A ntv-(CC BY-SA 3.0)

La basilica di Sant'Eustorgio a Milano, senza fedeli.

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 04/05/20

"Ogni decisione spetta all'autorità ecclesiastica". E in Trentino, il vescovo precisa: chiese di nuovo aperte, ma solo per preghiere personali

Il governatore della Sardegna Christian Solinas ha aperto alle funzioni eucaristiche in chiesa nella Fase 2 dell’emergenza virus, ma i vescovi dell’Isola frenano.

Dopo l’annuncio dell’ordinanza dove, tra l’altro, si consentono, oltre ai funerali, anche le messe (in deroga, tra l’altro, a quanto stabilito dal Decreto emanato il 26 aprile dal presidente del Consiglio Conte), i vertici ecclesiastici dell’Isola hanno chiesto di poter fare ulteriori valutazioni, prima di dare il proprio assenso.

La nota dei vescovi

«I Vescovi sardi pur apprezzando l’attenzione che il Presidente Solinas ha rimarcato (…) verso l’apertura delle chiese alle ‘celebrazioni eucaristiche’ – ha detto il presidente della Conferenza episcopale sarda, monsignor Antonello Mura, a nome di tutti i prelati della Sardegna – si riservano di leggere e valutare il testo dell’ordinanza regionale che verrà firmata, tenendo conto che non sono stati consultati precedentemente e che decisioni di questo tipo competono unicamente all’Autorità ecclesiastica» (Unione Sarda, 2 maggio).

La posizione della diocesi di Cagliari

«La possibilità di poter celebrare con la presenza dell’assemblea liturgica corrisponde al forte desiderio dei fedeli e dei loro pastori, pertanto nei prossimi giorni, come previsto dal dispositivo regionale, potranno essere avviate, d’intesa con l’Autorità sanitaria regionale e con la Conferenza episcopale sarda, le opportune iniziative per l’indicazione delle apposite linee guida in vista dello svolgimento in sicurezza delle celebrazioni».

Lo scrive in una nota inviata ai parroci, il responsabile dell’ufficio Comunicazioni sociali della Diocesi di Cagliari, monsignor Giulio Madeddu. Che precisa: «Solo a partire da quel momento, secondo le indicazioni che saranno fornite, sarà possibile celebrare con la presenza del popolo» (Sardinia Post, 3 maggio).

Le condizioni per tornare in chiesa (a pregare) in Trentino

A partire da giovedì 30 aprile sono riaperte le chiese della Diocesi di Trento per la sola preghiera personale. Lo ha disposto l’arcivescovo Lauro Tisi, sentite anche le Autorità provinciali e l’Azienda Sanitaria. Resta in vigore il divieto di qualsiasi forma di preghiera comunitaria e di qualsiasi convocazione dei fedeli.

L’indicazione della riapertura è stata comunicata ai parroci nel pomeriggio di lunedì 27 aprile, con l’invito a valutare quali delle chiese sul rispettivo territorio aprire al pubblico, preferendo quelle più spaziose. Nella nota si precisano anche alcuni accorgimenti necessari alla tutela della salute dei fedeli.

Mascherine e acquasantiere

Si potrà accedere esclusivamente alla chiesa più vicina al luogo di abitazione oppure a quella situata lungo il percorso consentito a ciascun fedele. L’accesso alla chiesa sarà possibile a condizione di evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi; sarà necessario igienizzare le mani all’entrata e all’uscita dalla chiesa, indossare la mascherina, rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro. Le acquasantiere rimarranno ancora vuote.

Ai parroci viene inoltre chiesto di garantire la presenza – durante gli orari di apertura della chiesa – di una persona che verifichi il rispetto delle prescrizioni.

“Ripensare un nuovo modo di vivere il Vangelo”

«La riapertura delle chiese che abbiamo concordato con le autorità provinciali e sanitarie – precisa il vescovo– rientra anche per noi in quella ‘fase-2’ che in questi giorni è la protagonista dei dibattiti e delle discussioni in corso a tutti i livelli».

«L’auspicio è che questo rientrare nelle chiese sia l’occasione per ripensare un nuovo modo di vivere ilVangelo, un nuovo modo di abitare il nostro tempo. Anche nelle ore più oscure – aggiunge monsignor Tisi – il Signore passa, è passato tanto in questi giorni e ci sta mostrando nuovi scenari e nuove opportunità. Evitiamo di finire in sterili polemiche e contrapposizioni: questa – conclude l’Arcivescovo – è l’ora per inventare, insieme, il nuovo» (La Voce del Nord Est, 30 aprile).


ZMARLI NA KORONAWIRUSA

Leggi anche:
Funerali in chiesa: non c’è l’obbligo di termometro e termoscanner per i fedeli


BERGAMO ITALY CORONAVIRUS

Leggi anche:
Dal 4 maggio si ritorna in chiesa e si ridà la comunione, ma solo ai funerali. Per ora.




Leggi anche:
C’è l’accordo Vescovi-Governo per tornare alle messe aperte al pubblico. Ma non la data




Leggi anche:
Il vescovo che ha sconfitto il Covid alla CEI: meglio pazientare, sbagliato mostrare i denti al Governo

Tags:
concilio di trentomessesardegnavescovo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
MEDALLA MILAGROSA
Corazones.org
Pregate oggi la Madonna della Medaglia Miraco...
FIRST CENTURY HOUSE AT THE SISTERS OF NAZARETH SITE
John Burger
Archeologo britannico pensa di aver trovato l...
Giovanni Marcotullio
“Kyrie eleison” e non “Signore, pietà”
Jesús V. Picón
Sacerdote con un cancro terminale: perde gli ...
CHRISTMAS MASS
Gelsomino Del Guercio
Messa di Natale anticipata: dopo il governo, ...
Pape François audience
Gelsomino Del Guercio
"Benedizione Urbi et Orbi del Papa". Attenti,...
Amy Brooks
5 ragioni per cui indosso la Medaglia Miracol...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni