Aleteia
lunedì 19 Ottobre |
San Paolo della Croce
Spiritualità

“Fai della tua casa un tempio”. 4 consigli perché Cristo viva in casa vostra e nel vostro cuore

By Aquarius Studio | Shutterstock

Catholic Link - pubblicato il 28/04/20

di padre Juan Carlos Vásconez

In casa vostra c’è spazio per Dio? La quarantena continua a prolungarsi, e aumenta anche la sete di sacramenti. I fedeli abituati a visitare la chiesa regolarmente non possono andarci, e questo provoca dolore, una specie di senso di mancanza di protezione. Privati dell’Eucaristia, i cristiani si rendono conto della grazia che era per loro la Comunione. Cosa resta di fronte all’impossibilità fisica di andare in chiesa? La vita cristiana è condannata a languire quando non ci si può riunire con gli altri per pregare?

Sappiamo tutti che una chiesa è un luogo sacro che ci ricorda che in quel luogo di preghiera bisogna vivere tutto cercando di riorientare cose e decisioni alla gloria di Dio.

E se trasformassimo la nostra casa in un tempio?

Mettete in pratica l’adorazione in casa vostra, perché non c’è vita cristiana senza vita sacramentale. Non bisogna abbassare la guardia, il potere di Dio non conosce limiti, e può comunicare i tesori della vita di Cristo senza essere limitato da alcun condizionamento umano. Quando è fisicamente impossibile andare in chiesa, l’importante è non venir meno.

Anche in queste circostanze bisogna vedere la provvidenza amorevole di Dio che governa tutto per il nostro bene. Sono momenti in cui accanto a promuovere il desiderio di ricevere i sacramenti si può ringraziare per l’immenso tesoro di grazia che si è accostato alla nostra anima in innumerevoli occasioni.

In questo video che ho postato sul mio account Instagram espongo quattro idee per trasformare la propria casa in un tempio. Spero che possiate metterle in pratica.

View this post on Instagram

Se sigue extendiendo el tiempo de cuarentena y la sed de sacramentos sigue también creciendo. Los fieles acostumbrados a visitar la Iglesia con regularidad no pueden acercarse, y eso genera desconsuelo, una especie de desamparo. Los cristianos, privados de la eucaristía, se dan cuenta de la gracia que era la comunión para ellos. ¿Qué queda ante la imposibilidad física de acudir al templo? ¿La vida cristiana está condenada a languidecer cuando es imposible reunirse con los demás para orar? Todos sabemos que una iglesia es un lugar sagrado que nos recuerda que, en este sitio de oración, hay que vivirlo todo intentando orientar todas las cosas y todas las decisiones hacia la gloria de Dios. ¿Y si transformamos nuestros hogares en templos? Poner en práctica la adoración en las casas, porque no hay vida cristiana sin vida sacramental. No hay que bajar la guardia, el poder de Dios no conoce límites, y puede comunicar los tesoros de la vida de Cristo sin estar atado por ningún condicionamiento humano. Cuando se hace físicamente imposible ir a la Iglesia es importante no desfallecer. Hay que ver también en estas circunstancias la providencia amorosa de Dios que lo gobierna todo para nuestro bien. Son momentos en los que, a la par que se fomenta el deseo de recibir los sacramentos se puede agradecer el inmenso tesoro de gracia que en innumerables ocasiones se ha acercado a nuestra alma. Expongo cuatro ideas para convertir tu casa en un templo.

A post shared by Juan Carlos Vásconez (@p.juancarlosv) on

1. Cercate un luogo speciale in casa

Nella prima Lettera ai Corinzi, San Paolo ci dice: “Non sapete che siete il tempio di Dio e che lo Spirito di Dio abita in voi?” Abbiamo la presenza dello Spirito Santo nel nostro cuore, e questo ci aiuta ad avere una presenza più continua. Aiuta, però, il fatto di poter avere in casa uno spazio che ci aiuti ad essere più consapevoli di questa presenza. Ci sono vari modi per farlo, e in questa sede condividiamo i passi da seguire per creare un piccolo altare in casa.

Le attività quotidiane che svolgiamo in casa ci offrono l’opportunità di esprimere amore, servizio, obbedienza e cooperazione. Se vogliamo equiparare la casa a un tempio, cosa rende la casa un luogo sacro? Ho trovato nel dizionario il termine “sacro” definito come “appartenente o dedicato a Dio, segno di reverenza, dedicato a una persona, un oggetto o un fine”. Se ci sforziamo di vivere così in casa nostra, sarà più facile che si trasformi in un tempio.

  • 1
  • 2
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
casapreghieratempio
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
RACHELE SAGRAMOSO,
Silvia Lucchetti
Rachele, da adolescente tormentata a mamma di...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni