Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 21 Giugno |
San Luigi Gonzaga
home iconChiesa
line break icon

Il miracolo della Virgen Dolorosa: il giorno in cui la Madonna ha aperto e chiuso gli occhi in Ecuador

DOLOROSA

Shutterstock | Diego Frames

Pablo Cesio - pubblicato il 21/04/20

Il 20 aprile si è celebrato un nuovo anniversario di un fatto che ha cambiato la vita a studenti e professori di una scuola gesuita di Quito

Era la sera del 20 aprile 1906. 36 studenti tra i 10 e i 17 anni del Colegio San Gabriel di Quito (Ecuador) che si preparavano per la cena hanno vissuto un’esperienza che avrebbe cambiato loro la vita per sempre e sarebbe stata ricordata nel corso degli anni.

All’improvviso uno degli studenti, identificato come Carlos Herrmann, ha notato che il quadro della Madonna Addolorata (Virgen de los Dolores) appeso alla parete della mensa aveva iniziato straordinariamente a muovere le palpebre, ad aprire e chiudere gli occhi.

Il ragazzo ha pensato inizialmente che fosse una sua impressione, e ha iniziato a coprirsi gli occhi con le mani. Ha però detto a uno dei suoi compagni, Jaime Chávez, “Guarda la Madonna”. Jaime ha guardato l’immagine ed è stato anche lui testimone del prodigio.

https://www.facebook.com/notes/jesuitas-ecuador/114-a%C3%B1os-del-prodigio-de-la-dolorosa-del-colegio/2847364645347907/

La notizia ha iniziato a diffondersi tra i presenti, che hanno avuto reazioni diverse. Uno di loro ha riferito il fatto a padre Andrés Roesh, prefetto della scuola gesuita, e all’ispettore Luis Alberdi, ricordano le reti dei Gesuiti in Ecuador.

Il prodigio, durato una quindicina di minuti, è arrivato nelle mani delle autorità ecclesiastiche dell’epoca, che dopo un processo di indagine e analisi hanno concluso che non si è trattato di un’illusione sensoriale e che il fatto era “materialmente certo”.

Grazie a tutto questo, ciò che è avvenuto nella scuola gesuita ha iniziato a suscitare grande devozione, e ha cominciato ad essere noto come “il miracolo della Virgen Dolorosa”.

Il Papa grande devoto della Dolorosa

Durante la sua visita in Ecuador nel 2015, Papa Francesco ha potuto realizzare uno dei suoi grandi desideri: pregare davanti all’immagine della Virgen de la Dolorosa e offrirle dei fiori.

Come Gesuita, il Papa conosceva molto bene questa immagine, e fin da quando era novizio nutre per lei una fervida devozione.

L’ambasciatore dell’Ecuador presso la Santa Sede dell’epoca, Luis Latorre Tapia, aveva riferito ad Aleteia del legame tra il Papa e la Virgen de la Dolorosa.

Secondo il diplomatico, il Pontefice gli avrebbe detto: “Ambasciatore, le dico che sono molto devoto alla Dolorosa, la prego tutti i giorni e ho la sua immagine tra i miei effetti personali”.

Il 20 aprile sono stati celebrati i 114 anni di quel prodigio, in un contesto in cui le preghiere si moltiplicano in tutto il mondo a causa della pandemia del coronavirus.

L’Ecuador è attualmente uno dei Paesi latinoamericani con più casi di contagio. Oggi più che mai vale la pena di ricordare questa devozione e chiedere ancora una volta alla Virgen Dolorosa di aprire gli occhi e riempire di incoraggiamento i fedeli in questo momento così speciale. Lei, come madre, saprà rispondere.

Tags:
ecuadorgesuitimiracoliquadroscuolavergine maria
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
nun
Larry Peterson
Gesù ha donato a questa suora una preghiera di 8 parole per esser...
3
Gelsomino Del Guercio
San Giuseppe sparisce dai Vangeli. Don Fabio Rosini ci svela il &...
4
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
5
MATKA TERESA Z KALKUTY
Cerith Gardiner
In caso di necessità, l’efficacissima preghiera da 5 secondi di m...
6
MOTHER AND LITTLE DAUGHTER,
Silvia Lucchetti
Lui si suicida dopo aver ucciso le figlie: Giulia torna a vivere ...
7
DON DAVIDE BAZZATO
Gelsomino Del Guercio
Don Davide Banzato: ho desiderato un figlio, ma ho scelto la cast...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni