Aleteia
sabato 24 Ottobre |
Sant'Antonio Maria Claret
Storie

Tossici e prostitute: ecco l’opera di padre Chauveau, parroco di periferia

Chauveau

François-Régis Salefran

Padre Jean-Philippe Chauveau, fondatore dell'associazione Magdalena.

Raphaëlle Coquebert - pubblicato il 15/01/20

Appare nel film “Lourdes”, dove accompagna ogni anno delle prostitute in pellegrinaggio. Nel suo secondo libro – « Qui leur jettera la première pierre ? » [“Chi scaglierà loro la prima pietra?”, N.d.R.], padre Jean-Philippe chiama i cristiani a mobilitarsi per i paria delle nostre società, e ci affida testimonianze toccanti.

Thalia è nata in Colombia: in adolescenza, oscilla nel transessualismo. Vittima dello stigma e della riprovazione del suo ambiente, fugge dal suo Paese verso la Francia, dove viene coinvolta nei giri della prostituzione. È al Bois de Boulogne che la sua strada s’incrocia con quella del prete. E allora formula il desiderio di dare le spalle alla sua vita caotica ed entra nella casa d’accoglienza che ha fondato per lei e per le sue compagne di miseria, non lungi da Fontainbleu:

I primi mesi sono stati molto difficili. Poi mi sono abituata […] e per la prima volta nella mia vita ho incontrato me stessa. […] Il Signore mi ha rialzata […]. Mi sono lasciata portare da lui. Ho preso la sua mano e mi sono abbandonata a lui.

Questa testimonianza è una delle più toccanti dell’opera di padre Chauveau, membro della comunità di Saint-Jean, insieme con quella di Camélia, una musulmana anch’ella transessuale, che dice di aver ritrovato speranza scoprendo la figura di Maria Maddalena: «Grazie a lei, so che Dio mi ama, che mi ha perdonata, che mi tende la mano».

Ho condiviso questi racconti nel mio libro – dice ad Aleteia “il padre”, come lo chiamano le sue protette – per rendere omaggio alla determinazione di queste donne malmenate per strada e che sono tanto coraggiose. Thalia segue corsi di francese, si batte. Camélia ne verrà fuori grazie al suo fervore spirituale, che è incredibile.

Il carattere cattolico della casa è pienamente dichiarato, anche se vengono rispettate le credenze di ciascuno:

La preghiera fa parte dei pilastri della vita comunitaria, l’eucaristia è un momento-chiave della giornata e il rosario viene recitato tutte le sere in cappella.

Incarnare la tenerezza

«Oggi più che mai – insiste padre Jean-Philippe nel suo libro – ci occorre una rivoluzione della tenerezza. Questo ci salverà».

La tenerezza… Dio sa quanto sia mancata a lui, cresciuto in una famiglia atea, decimata dall’alcoolismo. Bambino maltrattato, sballottato dall’orfanotrofio al riformatorio, violentato sulla soglia dell’adolescenza, non trova pace che scoprendo l’amore di Dio, grazie a un collega che, sul lavoro, lo accoglie sotto le sue ali.




Leggi anche:
Prostituzione: cosa significa davvero legalizzarla? Don Benzi lo sapeva. Non la si contrasta così

Sulla strada che lo porta al sacerdozio ci sono Chateauneuf-de-Galaure (Drôme) e Marthe Robin, Lisieux e la piccola Thérèse, L’Arche di Jean Vanier. Dal giorno della sua ordinazione, nel 1982, egli non ha cessato di preoccuparsi delle sorti dei più poveri: ha creato Saint-Jean Espérance per i tossicomani, poi i Repas du Cœur per i più emarginati, infine la federazione Magdalena, destinata alle prostitute (delle volontarie le accolgono in alcuni camper in parecchie città di Francia).

Basta osare il primo incontro – raccomanda il padre – avendo chiaro nel cuore che non sono io ad andare da loro, ma che li lascio venire a me.

Qui leur jettera la première pierre
Salvator

Jean-Philippe Chauveau, Qui leur jettera la première pierre ? Salvator, novembre 2019, 20 euro.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
franciaprostitutaprostitutetossicodipendenza
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Camille Dalmas
Il montaggio dietro alla discussa frase del p...
POPE FRANCIS AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
La fake news sul Papa che giustifica le union...
Gelsomino Del Guercio
6 frasi di Papa Francesco sulle persone omose...
Gelsomino Del Guercio
Scomunicato Vlasic, ex padre spirituale dei v...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa su coppie gay: serve una "legge di co...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni