Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Santi Cornelio e Cipriano
home iconStorie
line break icon

Tossici e prostitute: ecco l’opera di padre Chauveau, parroco di periferia

Chauveau

François-Régis Salefran

Padre Jean-Philippe Chauveau, fondatore dell'associazione Magdalena.

Raphaëlle Coquebert - pubblicato il 15/01/20

Appare nel film “Lourdes”, dove accompagna ogni anno delle prostitute in pellegrinaggio. Nel suo secondo libro – « Qui leur jettera la première pierre ? » [“Chi scaglierà loro la prima pietra?”, N.d.R.], padre Jean-Philippe chiama i cristiani a mobilitarsi per i paria delle nostre società, e ci affida testimonianze toccanti.

Thalia è nata in Colombia: in adolescenza, oscilla nel transessualismo. Vittima dello stigma e della riprovazione del suo ambiente, fugge dal suo Paese verso la Francia, dove viene coinvolta nei giri della prostituzione. È al Bois de Boulogne che la sua strada s’incrocia con quella del prete. E allora formula il desiderio di dare le spalle alla sua vita caotica ed entra nella casa d’accoglienza che ha fondato per lei e per le sue compagne di miseria, non lungi da Fontainbleu:

I primi mesi sono stati molto difficili. Poi mi sono abituata […] e per la prima volta nella mia vita ho incontrato me stessa. […] Il Signore mi ha rialzata […]. Mi sono lasciata portare da lui. Ho preso la sua mano e mi sono abbandonata a lui.

Questa testimonianza è una delle più toccanti dell’opera di padre Chauveau, membro della comunità di Saint-Jean, insieme con quella di Camélia, una musulmana anch’ella transessuale, che dice di aver ritrovato speranza scoprendo la figura di Maria Maddalena: «Grazie a lei, so che Dio mi ama, che mi ha perdonata, che mi tende la mano».

Ho condiviso questi racconti nel mio libro – dice ad Aleteia “il padre”, come lo chiamano le sue protette – per rendere omaggio alla determinazione di queste donne malmenate per strada e che sono tanto coraggiose. Thalia segue corsi di francese, si batte. Camélia ne verrà fuori grazie al suo fervore spirituale, che è incredibile.

Il carattere cattolico della casa è pienamente dichiarato, anche se vengono rispettate le credenze di ciascuno:

La preghiera fa parte dei pilastri della vita comunitaria, l’eucaristia è un momento-chiave della giornata e il rosario viene recitato tutte le sere in cappella.

Incarnare la tenerezza

«Oggi più che mai – insiste padre Jean-Philippe nel suo libro – ci occorre una rivoluzione della tenerezza. Questo ci salverà».

La tenerezza… Dio sa quanto sia mancata a lui, cresciuto in una famiglia atea, decimata dall’alcoolismo. Bambino maltrattato, sballottato dall’orfanotrofio al riformatorio, violentato sulla soglia dell’adolescenza, non trova pace che scoprendo l’amore di Dio, grazie a un collega che, sul lavoro, lo accoglie sotto le sue ali.




Leggi anche:
Prostituzione: cosa significa davvero legalizzarla? Don Benzi lo sapeva. Non la si contrasta così

Sulla strada che lo porta al sacerdozio ci sono Chateauneuf-de-Galaure (Drôme) e Marthe Robin, Lisieux e la piccola Thérèse, L’Arche di Jean Vanier. Dal giorno della sua ordinazione, nel 1982, egli non ha cessato di preoccuparsi delle sorti dei più poveri: ha creato Saint-Jean Espérance per i tossicomani, poi i Repas du Cœur per i più emarginati, infine la federazione Magdalena, destinata alle prostitute (delle volontarie le accolgono in alcuni camper in parecchie città di Francia).

Basta osare il primo incontro – raccomanda il padre – avendo chiaro nel cuore che non sono io ad andare da loro, ma che li lascio venire a me.

Qui leur jettera la première pierre
Salvator

Jean-Philippe Chauveau, Qui leur jettera la première pierre ? Salvator, novembre 2019, 20 euro.

[traduzione dal francese a cura di Giovanni Marcotullio]

Tags:
franciaprostitutaprostitutetossicodipendenza

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni