Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 26 Novembre |
Santa Caterina d'Alessandria
home iconSpiritualità
line break icon

L'unica cosa che sto facendo con i miei figli prima che arrivi il Natale

CHRISTMAS CHILD

Gorodenkoff | Shutterstock

Calah Alexander - pubblicato il 20/12/19

Mi sono concentrata su come semplificare il Natale, ma c'è una cosa che quest'anno voglio fare con i bambini per riportare un po' di magia

Il Natale è uno dei miei periodi dell’anno preferiti. Amo la sua magia – le luci, i colori, i doni – e come tutto questo aiuti a rendere manifesta in modo tangibile la vera magia del Natale nel mondo che mi circonda.

Anno dopo anno, però, questa magia si perde sempre più nel trambusto dei preparativi. Le tradizioni che avevamo, piccole e grandi, sono state accantonate. Non porto i bambini a vedere Lo Schiaccianoci da quasi sei anni – l’impresa sembrava ogni anno più complicata, anche perché il nostro conto in banca non è aumentato proporzionalmente alla crescita della nostra famiglia. Anche le cose semplici, come andare in giro la sera a guardare le luci natalizie o visitare un presepio vivente vicino, si sono perse. Il periodo natalizio è diventato gradualmente meno magico e più estenuante.

Ho deciso di semplificare il Natale limitando tutto, ma non ho pensato molto a quello che posso fare per riportare indietro un po’ della magia natalizia… fino alla settimana scorsa, quando stavo tornando in macchina a casa dal lavoro una sera tardi. Ero nella modalità pilota automatico che si attiva a fine giornata e ho sbagliato strada, passando in un quartiere vicino alla nostra chiesa. Come nella maggior parte dei quartieri c’erano luci in tutte le case, ma lì, alla fine della strada, c’era una casa con talmente tante luci che sembrava illuminare tutta la via.




Leggi anche:
Perché Gesù è più importante di Babbo Natale? Leggete questo racconto ai vostri bambini

Era uno di quegli spettacoli di luce collegati alla musica natalizia, e quindi le luci si accendevano, si spegnevano e cambiavano colore all’unisono con la melodia. Mi sono fermata e ho abbassato il finestrino, lasciandomi avvolgere dall’aria fresca e dalle note familiari di Hark, the Herald Angels Sing. Ho sentito la tensione lasciare letteralmente il mio corpo. Ho provato non solo una pace del tutto inaspettata, ma anche un senso di gioia che avevo quasi dimenticato. Le liste, lo stress e le preoccupazioni sono state tutte accantonate per concentrarmi su quelle luci e quella canzone. Ho sussurrato una preghiera di gratitudine per quell’errore alla guida che mi ha portato a godere di quel momento di magia natalizia.

Mi sono ripromessa che quest’anno avrei portato i miei figli a vedere le luci di Natale. Lo chiedono ogni anno e ogni anno lo prometto, e poi non lo faccio mai. Quest’anno, però, succederà perché prima di tornare a casa quella sera ho programmato una serata proprio per quello sul mio calendario.

Voglio condividere la semplice gioia del Natale con i miei figli, e quale modo migliore che immergersi nella gioia tangibile delle luci natalizie? Non quelle stravaganti e care, ma quelle che decorano i quartieri vicino casa. Voglio che i miei figli si godano le luci allestite da altre famiglie, persone come noi che non lo fanno per nessun’altra ragione se non festeggiare il Natale. La bellezza di una comunità che si unisce per festeggiare, anche se i motivi per farlo sono diversi, è un piccolo miracolo in sé, derivante dalla grazia che viene solo dai doni che Cristo ha fatto a tutti noi tanti anni fa a Betlemme.

Tags:
natale
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Paola Belletti
Lucia Lombardo, dall'esoterismo alla fede in ...
COUPLE
Juan Ávila Estrada
Matrimonio: voglio amare il mio coniuge, ma n...
WSZYSTKICH ŚWIĘTYCH
Gelsomino Del Guercio
8 modi per aiutare e liberare le anime del Pu...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
WOJTYLA
Teologia del corpo and more
La vera rivoluzione sessuale fu quella del ve...
KONTEMPLACJA
Mercedes Honrubia García de la Noceda
Accetto la separazione con speranza, per amor...
Gelsomino Del Guercio
Il Papa donò un rosario a Maradona. E lui dis...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni