Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 06 Marzo |
San Julián di Toledo
home iconSpiritualità
line break icon

Quando riceveremo un corpo glorioso dopo la morte?

LEVITATION

Jonathan Emmanuel Flores Tarello-(CC BY-NC-ND 2.0)

Arcidiocesi di San Paolo - pubblicato il 27/11/19

Quando moriamo la nostra carne si distrugge, ma la nostra anima no, perché è immortale

Padre Cido Pereira, che tiene una rubrica una rubrica in cui risponde alle domande dei fedeli cattolici sul quotidiano O São Paulo, dell’arcidiocesi brasiliana di San Paolo, ha risposto a una lettrice che chiedeva:

“Quando riceveremo un corpo glorioso dopo la morte?”

Estelita, del quartiere di Campo Limpo, ha inviato questo dubbio: “Sento i sacerdoti spiegare che quando moriremo riceveremo un corpo glorioso. Mi chiedo: riceveremo questo corpo glorioso il giorno della nostra morte o nel giudizio finale? E com’è questo corpo glorioso?”

Estelita, posso iniziare a rispondere alla sua domanda partendo da quello che diciamo nel Credo cristiano. Noi terminiamo sempre il Credo con una professione di fede nella resurrezione della carne e nella vita eterna. Quando diciamo questo, ribadiamo che come Cristo è davvero risorto, anche noi risusciteremo alla fine dei tempi.

E cosa significa la parola “carne”? “Carne” è la nostra condizione umana, segnata dalla debolezza. Quando moriamo, la nostra carne si distrugge, ma la nostra anima no, perché è immortale. E allora, credere alla resurrezione dei morti è credere alla vittoria della vita sulla morte. Gesù è risorto, e anche noi risusciteremo. Noi risusciteremo come Cristo, con Cristo e per Cristo. E se qualcuno le dice, sorella mia, che la resurrezione dei morti non avverrà, ricordi San Paolo, che ci ha detto che il nostro Dio non è un Dio dei morti, ma dei vivi (cf. Mc 12,27).

E cosa sarà la resurrezione? Sarà quando Dio riunirà la nostra anima al nostro corpo. Risusciteranno alla fine dei tempi tutti gli uomini che sono morti. Quelli che sono stati fedeli a Dio risusciteranno alla vita, quelli che avranno praticato il male e compiuto scelte sbagliate nella vita risusciteranno per la condanna.

Ora posso rispondere alla sua domanda, Estelita. Come sarà il nostro corpo glorioso dopo la resurrezione? Non sarà più un corpo corruttibile. Sarà un corpo rivestito di incorruttibilità, senza le limitazioni della materia. È questo che insegna la Chiesa, è questo che crediamo, è questo che aspettiamo. Un abbraccio, Estelita.

Tags:
corpomorte
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
3
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
4
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
5
MADONNA
Maria Paola Daud
La curiosa immagine della Vergine Maria protettrice dal Coronavir...
6
PUSTYNIA
Felipe Aquino
Attenzione alle penitenze assurde in Quaresima
7
Gelsomino Del Guercio
“Solo tu potevi capire Maria”. Lettera di Don Tonino Bello a San ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni