Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Burger King e McDonald’s ci ricordano che scienza e fede non sono in guerra

Wikipedia
Condividi

Scienza e fede?

Questa settimana sono tornato da un corso che mi ha permesso di stare poco più di un mese presso il National Institutes of Health (NIH). Questo organismo federale statunitense è la più importante istituzione di studi biomedici degli Stati Uniti, e una delle più rispettate a livello mondiale.

Questa mecca del sapere è guidata dal dottor Francis Collins, importante scienziato che si è occupato del progetto Genoma Umano (1993-2008) ed è l’unico direttore del NIH ad aver esercitato il suo incarico sotto due presidenze diverse (Obama e Trump).

Oltre ad essere un genetista di fama mondiale, per alcuni il padre della genetica moderna, Collins è autore del libro The Language of God: A Scientist Presents Evidence for Belief (Il Linguaggio di Dio: Uno Scienziato Presenta Prove per Credere).

Secondo i critici, il testo offre la spiegazione migliore sull’integrazione tra fede e logica partendo dal libro di C.S. Lewis “Il cristianesimo così com’è”. Collins mostra che la scienza non è in conflitto con la Bibbia, ma può addirittura incrementare la fede.

Collins ha anche fondato un’iniziativa chiamata BioLogos, uno spazio online in cui si possono porre domande, discutere temi e imparare dalle migliori menti cristiani in termini di scienza e teologia.

La scienza e il cristianesimo non sono in guerra

Anche se ancora oggi molta gente pensa che scienza e fede (in particolare il cristianesimo) siano in guerra tra loro, esistono numerosi documenti nella Chiesa (encicliche dei nostri Papi, scritti di Sant’Agostino, San Tommaso d’Aquino e San John Henry Newman, tra gli altri) che indicano come non sia necessario scegliere una di loro, perché non sono in conflitto.

Al contrario, «la religione puo aver un impatto positivo sulla scienza come lo sviluppo della medicina etica moderna, mentre la scienza può migliorare la vita spirituale dei credenti, perché i cristiani si rallegrano per le scoperte scientifiche che rivelano la gloria del Dio creatore» (BioLogos).

Scienza e fede, quindi, non solo non sono opposte, ma devono essere alleate per promuovere lo sviluppo dell’umanità e aiutare l’essere umano nella ricerca della Verità. Nella sua enciclica Fides et Ratio, Papa San Giovanni Paolo II diceva che “la fede e la ragione sono come le due ali con le quali lo spirito umano s’innalza verso la contemplazione della verità”.

In un altro documento, poi, segnalava che “la scienza può purificare la religione dall’errore e dalla superstizione; la religione può purificare la scienza dall’idolatria e dai falsi assoluti. Ciascuna può aiutare l’altra ad entrare in un mondo più ampio, un mondo in cui possono prosperare entrambe”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni