Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 17 Settembre |
Roberto Bellarmino
home iconChiesa
line break icon

“Ho fatto un giuramento a Dio e non l’ho rispettato. E ora?”

BACK

55Laney69-CC

Arcidiocesi di San Paolo - pubblicato il 10/09/19

Molti, per testimoniare il loro desiderio di una vita nuova, fanno giuramenti e promesse. Serve cautela!

Nella sua rubrica sul quotidiano O São Paulo, dell’arcidiocesi brasiliana di San Paolo, padre Cido Pereira risponde questa settimana a una domanda inviatagli da un lettore:

“Padre, ho fatto un giuramento a Dio ma poi non l’ho mantenuto. Cosa devo fare?”

Ecco la risposta di padre Cido:

Chi pone la domanda è Haroldo Oliveira. Le informazioni che mi dai sono molto poche, Haroldo. Di che giuramento si è trattato? È stato ad esempio un giuramento che si fa nel sacramento del matrimonio? È stato un giuramento legato a un’attività che avresti dovuto svolgere e non hai svolto? Era l’impegno di evitare qualche peccato che non riesci a controllare? Sarebbe stato molto più semplice se mi avessi detto: “Ho giurato, ho promesso a Dio o mi sono impegnato con Lui a fare o non fare questo e non l’ho rispettato”.

Vista la mancanza di informazioni darò solo qualche indicazione generale. Nel caso in cui si tratti di qualcosa di molto impegnativo, una buona Confessione può risolvere la questione. Se hai promesso di abbandonare un vizio e non ci si riuscito bisogna solo riprendere la lotta. Se hai fatto una promessa e te ne sei dimenticato cerca di riparare mantenendola.

Fratello mio, penso che non dovremmo giurare su Dio. La Chiesa lo insegna basandosi sugli insegnamenti di Gesù, che ci dice: “Il vostro parlare sia: “Sì, sì; no, no”” (Mt 5,37). Semplice, no?

Molta gente, per testimoniare il proprio desiderio di una vita nuova, moltiplica giuramenti e promesse. Andiamoci piano! Chiediamo al Signore di illuminarci per poter uscire da una situazione che ci mette a disagio, che offende Dio, che pregiudica un fratello. Questo dev’essere l’atteggiamento di un cristiano che vuole davvero vivere la propria fede.

Ti ho aiutato, Haroldo? Spero di sì. Se non ho capito bene la tua domanda scrivimi di nuovo. Parleremo. Dio benedica te e la tua famiglia!

Tags:
diopromessa

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
2
GETAFE
Dolors Massot
Due sorelle giovanissime diventano suore contemporaneamente a Mad...
3
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
4
THERESA GIUNI
Unione Cristiani Cattolici Razionali
Giuni Russo è giunta fino a Cristo per mano d...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
EUCHARIST
Philip Kosloski
Preghiere da recitare all’elevazione dell’Ostia a Messa
7
Gelsomino Del Guercio
La Madonna nera è troppo sfarzosa: il parroco la “spoglia”. Ed è ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni