Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 26 Gennaio |
Conversione di Paolo
home iconStorie
line break icon

Infermiera adotta anziana malata di cancro abbandonata dalla famiglia

Maria Verônica Grossi / Arquivo Pessoal (Reprodução)

Sempre Família - pubblicato il 02/09/19

“Mi si è spezzato il cuore”

Maria Verônica Grossi, 34 anni, è madre di Maria Martins Ferreira, di 59.

La Maria giovane, infermiera, ha conosciuto la Maria più grande e malata durante una visita compiuta nella zona rurale della città brasiliana di Carangola, a 350 chilometri da Belo Horizonte, per prestare assistenza domiciliare.

L’empatia è stata immediata: “Sono rimasta subito incantata da lei, era comunicativa e dolce”, ha affermato.

La figlia di Maria Martins Ferreira non dimostrava la stessa ricettività. L’infermiera Maria Verônica, o semplicemente Verônica, come preferisce essere chiamata, dice: “Lei e il marito non amavano le mie visite, ma ho continuato comunque ad andare, e ancor di più perché ho capito che Maria aveva problemi di salute e non si stava curando”.

La pelle di Maria era squamata, e lei non aveva quasi più capelli. Verônica ha dovuto insistere per anni perché Maria si facesse vedere da un medico, dovendo affrontare anche la resistenza della figlia.

Sei anni fa, un dono di Dio: Maria si è trasferita più vicino a Verônica; due anni fa, un regalo ancor più grande: sono diventate vicine di casa.


Michelle Girard

Leggi anche:
Professoressa adotta un ex alunno di 30 anni che stava morendo per strada

Questa vicinanza è stata provvidenziale perché Verônica scoprisse che oltre a trascurare la salute dell’anziana i suoi familiari la aggredivano a livello sia fisico che verbale. In un’occasione in cui ha trascorso giorni senza notizie dell’amica, Verônica e sua madre sono entrate nella casa in cui viveva e l’hanno trovata per terra accanto al letto, con la pressione alta e sintomi da denutrizione grave.

“Era sporca e debilitata. Quando l’ho vista ho pensato che fosse morta, ma siamo arrivati in tempo e l’abbiamo portata in ospedale”.

Maria aveva un cancro al torace, tra il polmone e il cuore.

In quei giorni la figlia non ha neanche voluto sapere come stesse la madre. Se da un lato questo l’ha rattristata molto, dall’altro Verônica ha capito chiaramente che doveva proteggere Maria. Ha chiesto che la paziente venisse affidata alle sue cure e ha ottenuto dalla figlia un documento che l’autorizzava a diventare responsabile dell’anziana.

“In casa soffriva molto, ma amava troppo la figlia e il genero. È la madre che tutti vorrebbero avere”.

È così che Verônica, madre dell’adolescente Jhonata, di 14 anni, è diventata anche madre di Maria, di 59.

“È la mia bambina!”, dice.

Maria vive con Verônica e Jhonata dal dicembre 2018 e ogni tre mesi si sottopone a esami medici. Ha bisogno di un intervento, ma l’oncologo ritiene che non sia ancora pronta.

Per Jhonata, Maria è una sorella-nonna. “Ci gioca a tal punto che dei tre nonni che ha Maria è la migliore”.

Maria non ha più contatti con la figlia, “ma mi ha già chiesto foto della famiglia come ricordo. Quando me l’ha detto mi si è spezzato il cuore”.

Un avvocato si è offerto di aiutare a far sì che Maria venga dichiarata ufficialmente figlia di Verônica. Attualmente sono in corso due processi: uno di interdizione e un altro di adozione controllata dal tribunale.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
6
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
7
WOMAN,OUTSIDE,BORED
Gelsomino Del Guercio
Soffri di accidia? Scoprilo e segui i rimedi di un monaco del IV ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni