Ricevi Aleteia tutti i giorni
Le notizie che non leggi altrove le trovi qui: inscriviti alla newsletter di Aleteia!
Iscriviti!
Aleteia

I nostri familiari defunti intercedono per noi?

MEDITATION
Nikodash - Shutterstock
Condividi

Un sacerdote risponde al dubbio di una lettrice

Nella sua rubrica sul quotidiano O São Paulo, dell’arcidiocesi di San Paolo, padre Cido Pereira ha risposto questa settimana a una domanda piuttosto ricorrente: “I nostri cari intercedono per noi qui sulla Terra quando stiamo attraversando qualche difficoltà o tristezza?”

Ha posto la domanda Simone Alves, di Casa Verde.

Simone, quanti di noi dicono “Mia madre era una santa! Mio padre è stato un uomo meraviglioso! Mio marito è stato un esempio per i nostri figli, un brav’uomo, lavoratore, con una fede immensa”!

Le persone che ci hanno amato in questa vita continuano ad amarci nell’eternità, e questo è molto bello. Ci consola.

Vi confesserò una cosa: sono certo che la mia amata madre sia in cielo, e nei momenti difficili chiedo il suo aiuto, prego per averlo, e lo ottengo. Perché mia madre è stata una donna meravigliosa, con una grande fiducia in Dio, lavoratrice. Perché non chiedere la sua intercessione nei momenti difficili di questa vita?

Se qui sulla Terra noi vivi preghiamo per chi si affida alle nostre preghiere, se in questa vita tanti genitori vivono alla presenza di Dio intercedendo per i loro cari, perché non chiedere aiuto a chi è già morto perché interceda per noi?

Quanti sono morti e si trovano in Purgatorio non possono chiedere nulla per sé, ma possono chiederlo per noi. Noi offriamo preghiere in suffragio della loro anima e loro intercedono per noi, perché abbandoniamo il cammino del male e viviamo pienamente la nostra fede. L’amore è più forte della morte.

Simone, in nome dell’amore manteniamo la comunione dei santi, non lasciando nessun defunto senza le nostre preghiere, senza il nostro amore.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni