Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Spiritualità

L'arcangelo Raffaele è apparso la prima volta con sembianze umane

SAINT RAPHAEL,ARCHANGEL

PD

don Marcello Stanzione - pubblicato il 28/06/19

Lo racconta il libro di Tobia dell'Antico Testamento. Ecco la storia e il significato di quell'apparizione

Troviamo la figura dell’angelo Raffaele in un libretto dell’Antico Testamento: il libro di Tobia. L’argomento del libro di Tobia è, per il lettore moderno,apparentemente piuttosto banale. Il protagonista, Tobi, è un anziano ebreo deportato a Ninive, in Assiria, insieme alla moglie Anna e al figlio Tobia; Tobi è un uomo molto religioso e caritatevole, e tuttavia è colpito da una grande disgrazia: egli diventa cieco e, nella sua sventura, prega Dio di farlo morire.

RAPHAEL
Public Domain
L'arcangelo Raffaele

Il libro ci presenta, improvvisamente, un’altra storia parallela, quella della giovane moglie Sara, figlia di Raguel e Edna, abitante nella città di Ecbatana, molto distante da Ninive. Sara ha avuto sette mariti che le sono stati uccisi da un cattivo demonio di nome Asmodeo; disperata, prega anch’essa Dio di farla morire. Dio ascolta le preghiere di entrambi e manda un angelo, Raffaele, a salvare tutti e due. In questo frangente, il vecchio Tobi si ricorda di aver depositato del denaro presso un lontano amico che, guarda caso, non abita troppo distante dalla città di Sara (della cui storia Tobi non sa ancora nulla). Tobi decide così di inviare il figlio Tobia a prendere quel denaro; nel suo viaggio Tobia è accompagnato da un amico, Azaria, che è in realtà l’angelo Raffaele sotto sembianze umane; ma questo né Tobi né Tobia lo sanno.


SAINT RAPHAEL,ARCHANGEL

Leggi anche:
Le guarigioni miracolose per intercessione dell’Arcangelo Raffaele

La proposta di Raffaele

Arrivati a Ecbatana, Azaria/Raffaele propone a Tobia di sposare la giovane Sara, cosa che Tobia fa, riuscendo a vincere Asmodeo con l’aiuto di un pesce pescato durante il viaggio. Il libro termina con un lieto fine: Tobia recupera il denaro del padre, ritorna a Ninive con la moglie Sara, guarisce la cecità del padre Tobi, ancora con l’aiuto del pesce. Padre e figlio scoprono soltanto allora la vera identità angelica di Azaria, e il libro si chiude con un canto di lode a Dio e con il racconto della morte, prima di Tobi, poi, molti anni dopo, di Tobia.

Fin qui la storia, come si presenta a un lettore frettoloso. Lo scopo di questo commento non è altro che quello di far vedere come una storia del genere, apparentemente distante dai nostri gusto, conservi ancora tutto il suo valore e, per il credente, continui ad essere una parola che Dio ci offre e che vale per la nostra vita oggi. Per molto tempo si è tentato di difendere l’autenticità storica di Tobia, soprattutto a partire dal fatto che nella sezione iniziale del libro (Tb 1,3.3,6) il vecchio Tobia parla in prima persona, come se scrivesse le proprie memorie, In realtà, è ormai chiaro che lo sfondo storico del libro – ovvero il regno assiro al tempo di Sennacherib e Asshardon, tra l’ottavo e il settimo secolo a.C. – è senz’altro fittizio e non corrisponde in alcun modo a dati storici reali.


SAINT RAPHAEL,ARCHANGEL

Leggi anche:
Le Sette Invocazioni da ripetere per ottenere una grazia dall’Arcangelo Raffaele

Preghiera e opere di carità

Benché Gerusalemme e il tempio siano nominati spesso, il libro di Tobia presenta una religiosità centrata non sui sacrifici offerti nel tempio, ma sulla preghiera e sulle opere di carità, una religiosità, cioè, tipica delle comunità giudaiche della diaspora. Il contesto nel quale il libro nasce, non va così trascurato: il narratore vuole mostrare, attraverso la storia di Tobi, anch’egli dipinto come un giudeo della diaspora, come sia possibile, per i giudei del proprio tempo viventi in terra strani era, continuare ad essere fedeli al Dio d’Israele fuori dalla propria patria e all’interno di una cultura così estranea alla loro com’era ad esempio quella ellenistica.

SAINT RAPHAEL
Wikipedia PD

La missione dell’arcangelo Raffaele, l’angelo inviato da Dio per curare il vecchio Tobi e Sara sua sposa con il fiele del pesce e con il compito di accompagnare Tobia, figlio di Tobi per affrontare un viaggio rischioso per la sua vita, culmina nella manifestazione della propria essenza, quella, cioè, di angelo inviato da Dio per svolgere la sua funzione di accompagnatore, di curatore e di guaritore. A differenza del misterioso personaggio che noi incontriamo nel libro della Genesi e che rifiuta di svelare il proprio nome a Giacobbe, Raffaele si autorivela usando un nome che significa ciò che ha compiuto durante la sua missione: “medicina, farmaco di Dio”, “Dio guarisce”. Pur non adempiendo esattamente il compito di “angelo custode”, (la sua è una missione temporanea terminata la quale scompare), Raffaele si fa compagno di viaggio di Tobia come di ciascun uomo che si affida alla provvidenza divina in particolari momenti della vita.




Leggi anche:
Gli aiuti provvidenziali dell’Arcangelo Raffaele a San Giovanni di Dio

L’insegnamento dell’arcangelo

Siamo convinti, e la fede nella parola di Dio, ce lo conferma che Raffaele visitatore, amico e compagno di strada, ascolta il grido rivolto a Dio da parte di coloro che sono nella difficoltà di vivere un’esistenza fedele alla legge divina e alla pratica religiosa. Egli insegna l’amore verso Dio e verso il prossimo nella pratica della giustizia, dell’elemosina, dell’amicizia e della fratellanza. Con l’avvento di Cristo sulla terra siamo pienamente convinti che Gesù resta l’unico mediatore tra Dio e l’uomo perché suo salvatore venuto nel mondo per dare la vita e darla in abbondanza (Gv 10, 10), ma dobbiamo constatare anche Dio nell’Antico Testamento rivela la sua sollecitudineper l’uomo sofferente materializzandosi negli angeli, in particolare in san Raffaele come già aveva fatto con i tre uomini che si presentarono al patriarca Abramo.

Ciascun cristiano è chiamato a rendere visibile la missione angelica di curare e guarire e di rendersi tramite di salute e di salvezza per gli altri. Per fare ciò occorre usare un atteggiamento umano di accoglienza e di rispetto verso l’uomo che resta un emarginato e uno sconosciuto se non viene accolto e servito come persona con tutti i suoi problemi, i suoi atteggiamenti, i suoi bisogni e le sue aspirazioni per essere ascoltato, comunicare con lui e dialogare.


santa maria francesca delle cinque piaghe

Leggi anche:
Le grazie dell’arcangelo Raffaele a Santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
angeli
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni