Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

“Victoria va avanti!”: la bambina nata viva dopo l’“aborto legale”

PREMATURE
Shutterstock | herjua
Condividi

La “bambina miracolo” che ha sorpreso l’America Latina, battezzata con il nome di Victoria, è aumentata di peso e ha iniziato a ricevere latte artificiale. Il suo padrino racconta ad Aleteia altri dettagli del caso

Clicca qui per aprire la galleria fotografica

“La dottoressa mi ha permesso di toccarla, e la verità è che è una sensazione unica, prenderle la manina e rendersi conto che ci si trova di fronte al miracolo della via”.

Sono parole di Erwin Bazán Gutiérrez, il padrino di Battesimo della piccola Victoria, la bambina boliviana ormai nota a livello internazionale per essere sopravvissuta a un’interruzione di gravidanza (Interrupción Legal del Embarazo, ILE) a 26 settimane di gestazione (cfr. Aleteia, 6 giugno 2019).

La piccola è stata battezzata d’urgenza nell’ospedale in cui è nata e in cui è rimasta in terapia intensiva. “Le prossime settimane saranno decisive nella vita della piccola Victoria”, aveva riferito Erwin ad Aleteia.

E così è stato. Secondo quando ci ha confermato di recente Erwin, “Victoria va avanti” ed ha iniziato ad aumentare di peso. Attualmente pesa un chilo e 300 grammi.

“Non ha avuto complicazioni nel quadro sanitario. La cosa più importante ora è evitare infezioni che potrebbero destabilizzarla, ma fortunatamente il suo quadro è stabile”, ha aggiunto.

“Ha iniziato a ricevere latte artificiale in piccole quantità attraverso una sonda orale, ma resta sottoposta a respirazione artificiale. Speriamo che presto possa iniziare a respirare da sola”.

Guarda le foto Battesimo di Victoria:

battesimo

La madre di 14 anni, l’altro dramma di fondo

Dietro al miracolo di Victoria c’è il caso di sua madre, un’adolescente di 14 anni vittima di uno stupro, cosa che l’ha portata a rifiutare la gravidanza col sostegno della famiglia. La ragazzina era in stato di shock, ma la sua situazione non è mai stata dimenticata, e fin dal primo momento la Chiesa in Bolivia le ha offerto una “mano tesa” per aiutarla.

Erwin ha riferito che attualmente l’adolescente continua a ricevere assistenza professionale a domicilio. “Sia da parte della Autorità per la difesa dell’Infanzia e dell’Adolescenza che mediante una professionista del Servizio di Orientamento Familiare (SOF), dipendente dalla Chiesa cattolica”.

Continuiamo a pregare per la piccola Victoria perché si riprenda, esca dall’ospedale e trovi una famiglia, perché diventi una testimonianza del fatto che anche nelle situazioni umane più complesse, che meritano comprensione e sostegno, ci sono alternative all’aborto.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.