Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
venerdì 07 Maggio |
Santa Rosa Venerini
home iconNews
line break icon

Donna mentalmente disabile non più costretta ad abortire

COURTROOM,GAVEL,JUDGE,LAW

Shutterstock

John Burger - Mirko Testa - pubblicato il 24/06/19

Verdetto lampo in appello che ribalta la sentenza di un giudice, secondo il quale avere un bambino nelle sue condizioni sarebbe stato più traumatico

La controversa sentenza della Corte del Regno Unito che aveva inizialmente deliberato l’aborto forzato per una donna con disabilità psichica, incinta alla 22a settimana, è stata ribaltata in appello.

Con una decisione raggiunta questo 24 Giugno, i tre giudici della Corte inglese d’Appello si sono espressi in maniera contraria rispetto a quanto stabilito dal giudice Nathalie Lieven, della Court of Protection.

La donna, scrive il Guardian, che ha circa 25 anni sebbene i medici le accreditino le capacità mentali di una bambina, aveva espresso esplicitamente il desiderio di portare avanti la gravidanza, al pari di sua madre e di un’assistente sociale che la segue.

Il giudice Nathalie Lieven aveva riconosciuto nella sua decisione che l’aborto forzato sarebbe stata un’“enorme intrusione”, ma aveva sostenuto che la misura era finalizzata al miglior interesse della donna.

Fox News ha identificato la donna in questione come una cattolica romana tra i 20 e i 30 anni. Dovrebbe avere disabilità legate allo sviluppo e l’età mentale di una bambina tra i 6 e i 9 anni. È affidata a una NHS trust come parte del Servizio Sanitario Nazionale.

“Penso che vorrebbe avere un bambino allo stesso modo in cui vorrebbe una bella bambola”, aveva affermato il giudice Nathalie Lieven, sottolineando che la donna non ha pienamente compreso cosa implichi il fatto di avere un bambino.

Avere un figlio, aveva aggiunto, sarebbe per la donna più traumatico che abortirlo, visto che non sarebbe in grado di prendersene cura per via del rischio rappresentato dai suoi problemi mentali, cosa che costringerebbe a dare il piccolo in affidamento.

Secondo i tre giudici della Corte inglese d’Appello, invece, la giovane è considerata capace di decidere autonomamente.

Tags:
abortodisabilegran bretagna
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
2
Catholic Link
Non mi piaceva Santa Teresa di Lisieux finché non ho imparato que...
3
TAMING TRIPLETS
Annalisa Teggi
Resta incinta mentre era già incinta: sono nate 3 bimbe e stanno ...
4
VANESSA INCONTRADA
Gelsomino Del Guercio
Vanessa Incontrada: ho scelto di battezzarmi a 30 anni per ritrov...
5
CHIARA AMIRANTE
Gelsomino Del Guercio
Chiara Amirante inedita: la cardiopatia, l’omicidio scampat...
6
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
7
Annalisa Teggi
Intrappolata in un macchinario tessile: muore Luana, mamma di 22 ...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni