Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 04 Luglio |
Santa Elisabetta di Portogallo
Aleteia logo
For Her
separateurCreated with Sketch.

A cosa servono gli esami del fegato e cosa possono indicare?

web2-nurse-making-boy-blood-sampling-to-test-his-health-shutterstock_220781452.jpg

By Photographee.eu/Shutterstock

Ospedale Bambino Gesù - pubblicato il 21/05/19

Ecco le risposte alle più comuni domande dei genitori.

di Valerio Nobili

Le transaminasi

Le transaminasi (o aminotransferasi), sono enzimi localizzati all’interno delle cellule e presenti nel sangue a bassi livelli. Rappresentano un indice molto sensibile di danno del fegato: infatti, sono alterate nella maggior parte delle malattie del fegato. Un aumento delle transaminasi può essere causato più frequentemente da un’infezione o dall’assunzione di alcuni farmaci, come il paracetamolo. Più raramente, un livello aumentato di transaminasi può essere dovuto alla presenza di malattie genetiche o autoimmuni.
Tuttavia, le transaminasi sono un esame poco specifico, cioè possono aumentare anche per malattie non localizzate al fegato (ad esempio malattie del cuore, del sistema nervoso, dell’apparato neuromuscolare).

Ci sono 2 tipi di transaminasi:

L’aspartato aminotransferasi (AST o GOT), localizzata non solo nel fegato ma anche nel cuore, nei muscoli, nei reni, nel cervello, nel pancreas, nei polmoni e nei globuli rossi.
L’alanino-aminotransferasi (ALT o GPT), presente quasi esclusivamente nelle cellule del fegato; l’aumento dell’ALT è un segno più specifico di danno alle cellule del fegato, rispetto alla AST.
Se si osserva un aumento delle transaminasi, è essenziale valutare:
1.L’entità: non permette di fare una diagnosi o di predire il decorso del problema.
L’ipertransaminasemia si classifica in:

• LIEVE ( fino a 2 volte il valore massimo
di normalità).
• MODERATA (tra 2 e 10 volte il valore
massimo di normalità).
• GRAVE (superiore a 10 volte il valore
massimo di normalità).

2. La durata: si definisce ipertransaminasemia cronica se dura da più di 6 mesi. Considerata l’estrema sensibilità di tali esami, capita spesso di osservare aumenti transitori delle transaminasi, con successivo ritorno ai valori normali: si tratta di un evento frequente e non deve allarmare.




Leggi anche:
Cos’è un emocromo? a che serve?

La gamma-glutamil transferasi (GGT) è un enzima localizzato prevalentemente nelle cellule che rivestono i dotti biliari, cioè i canali che portano la bile, prodotta dal fegato, nella cistifellea e da lì nell’intestino.
Nei bambini, un aumento della GGT rappresenta il segno più specifico di danno delle vie biliari, dovuto a un’infiammazione o a un’ostruzione. Inoltre, le GGT aumentano se si fa consumo di alcol o se si è in terapia con alcuni farmaci.

I livelli di GGT sono più alti in caso di obesità e in presenza di grasso addominale. Labilirubina è un prodotto della disgregazione dei globuli rossi. Dal sangue è trasportata al fegato, dove è elaborata e poi smaltita. Normalmente i livelli nel sangue sono minimi, ma possono aumentare in caso di problemi al fegato o in presenza di ostruzioni al deflusso della bile. Quando i livelli di bilirubina totale superano i 3 mg/dL compare l’ittero, cioè il colorito giallastro della cute.

QUI IL LINK ALL’ARTICOLO ORIGINALE PUBBLICATO SUL MAGAZINE MULTIMEDIALE A SCUOLA DI SALUTE

Tags:
bambiniesamisalute
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

IT_3.gif
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Affida le tue intenzioni di preghiera alla nostra rete di monasteri


Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni