Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
sabato 15 Maggio |
Sant'Isidoro
home iconSpiritualità
line break icon

4 semplici passi per iniziare a dire “Sì” a quello che Dio vuole da noi

MACIERZYŃSKIE WPADKI

Pexels | CC0

Luisa Restrepo - pubblicato il 16/05/19

L'orientamento della mia vita è la mia irripetibile singolarità, il “nome” che Dio mi ha dato, il mio “io” più intimo, la mia “vocazione personale”

Come cattolici parliamo molto di vocazioni, ma c’è un aspetto poco noto relativo a questo tema della chiamata.

È molto facile pensare che si debba aspettare fino al prossimo passo nella nostra vita cristiana prima di poter vivere pienamente la vocazione a cui saremo chiamati. Potremmo pensare “Sono ancora troppo giovane per sapere qual è la mia chiamata”, o “Vivrò questa storia della vocazione il giorno in cui diventerò sacerdote/suora o mi sposerò e avrò figli”. Da bravo cattolico, è quando inizierò davvero a viverlo, no?

Errore. Dio ci sta chiamando a seguirlo ora stesso.

E allora come si può vivere quello che Dio vuole da noi qui e ora? Questi 4 semplici passi ci aiuteranno a prendere la direzione giusta.

1 Le piccole cose. Un passo alla volta

LEG
Public Domain

Cosa voglio dire? Esattamente quello che sembra. Avete dimenticato di fare i compiti? Non copiate. Non vi va di alzarvi la mattina? Fatelo. Uscite con gli amici il venerdì sera? Siate l’unica persona che non beve o che beve poco. Non siete in città domenica? Trovate una parrocchia vicina e andate a Messa.

Ho detto che questi passi sono semplici, non che sono facili, e quasi sempre la cosa corretta non è facile. Gesù, però, non ha detto: “Chi vuole seguirmi dovrebbe pregare di tanto in tanto ed essere una brava persona, ma in generale deve condurre una vita comoda e divertente”. No. Ha detto invece: “Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce ogni giorno e mi segua” (Luca 9, 23).

Il modo in cui vivete e le piccole decisioni che prendete possono fare la differenza. La cosa più importante è offrire questi sforzi a Dio, ed Egli userà le grazie che ricevete, ciascuna di loro, per mostrarvi chi siete.

2 Essere aperti sulla propria fede e su chi si è in Cristo

COWORKERS
Jacob Lund - Shutterstock

Non sto dicendo di gettare in faccia a tutti quello che voi credete e gli altri no. È una cosa odiosa, e potrebbe fare più male che bene. Non sto neanche suggerendo di dover fingere di essere una persona perfetta. Non fatelo! Quello che voglio dire è che dovete essere disposti a parlare di Gesù e delle cose importanti quando se ne presenta l’opportunità.

All’inizio la gente può sentirsi a disagio, ma saprà anche da chi andare quando ne avrà bisogno. Molte persone desiderano la verità o avere qualcuno con cui condividere la fede. Apritevi a questa opportunità nelle vostre conversazioni e mostrate chi è Cristo per voi.

  • 1
  • 2
Tags:
diovolontà di dio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
Padre Henry Vargas Holguín
Quali peccati un sacerdote “comune” non può perdonare?
4
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
5
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni