Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

L’ultima intervista di Natuzza Evolo: il Signore chiede ai giovani un “mondo nuovo”

natuzza evolo, interview,
Natuzza durante la sua ultima intervista
Condividi

Il giorno prima di compiere 85 anni (due mesi e mezzo prima della sua scomparsa), la mistica calabrese, molto affaticata, consegna i suoi ultimi messaggi ad un’emittente calabrese

E’ la vigilia del suo 85esimo compleanno. La voce è flebile, rotta dalla sofferenza, ma nonostante le sue condizioni, si rende disponibile per un’ultima intervista.

Il 23 agosto 2009: Natuzza Evolo, dai microfoni di un’emittente locale, ringrazia e saluta coloro che contribuiscono alla costruzione della chiesa voluta dalla Madonna a Paravati (Vibo Valentia), dedicata al Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle anime. Natuzza il 24 agosto compirà 85 anni e morirà il 1 novembre 2009.

© Public Domain

Leggi anche: Al via la causa di beatificazione di Natuzza Evolo

“Non ce la faccio….”

Il giornalista gli chiede un pensiero per le persone che parteciperanno ad un evento di beneficenza in programma a Paravati, con l’obiettivo di raccogliere fondi per la chiesa. Lei premette con un filo voce: «In questo momento sto male. Non ce la faccio, ditelo voi il mio “grazie”».

Poi aggiunge: «Per la Madonna, per me, è bellissimo tutto quello che si sta facendo»

Leggi anche: Le facoltà di Natuzza Evolo erano dovute al suo contatto con gli angeli di Dio

I giovani e la Madonna

Il giornalista le chiede un messaggio ai tanti giovani che quotidianamente vengono a salutarla a Paravati. Perché Mamma Natuzza era una donna ben voluta anche dalle nuove generazioni. «Ai giovani dico sempre che quando sono sull’orlo del precipizio devono rivolgersi alla Madonna, Lei è triste per questo».

Il “mondo nuovo” di Natuzza

Ed evidenzia, sempre con la sua voce sofferente: «Possono cambiare i giovani, se vogliono, se hanno la volontà. Se non hanno la volontà restano così». E’ a loro che si rivolge innanzi tutto il Signore, che gli «dice», come ricorda Natuzza, «costruitevi un mondo tutto nuovo per voi, altrimenti non ce la fate».

E il cronista le domanda quale è la strada di questo «mondo». Natuzza è laconica: «Essere fedeli alla Madonna e Gesù. Solo così si costruisce questo mondo nuovo».

Leggi anche: La figlia di Natuzza: mia madre mi ha sempre ripetuto “Mettete Gesù e la Madonna al primo posto”

https://www.youtube.com/watch?v=eJCMH67HPQs&t=2s

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni