Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 02 Marzo |
Beata Giovanna Maria Bonomo
home iconChiesa
line break icon

Al via la causa di beatificazione di Natuzza Evolo

Youtube

Natuzza pochi mesi prima di morire

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 12/11/18

La Congregazione per la Dottrina della Fede ha sciolto positivamente la riserva! Ecco adesso cosa succederà

La Congregazione della Dottrina della Fede ha dato il via libera all’apertura della causa di beatificazione di Natuzza Evolo, la mistica calabrese morta nel giorno della festa di tutti i Santi del 2009.

Ad annunciarlo, davanti ai tanti fedeli che si sono radunati a migliaia alla Villa della Gioia, a Paravati di Mileto, in occasione del 25/mo anniversario dell’arrivo della statua della Madonna Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime, è stato il vescovo della diocesi di Mileto – Nicotera – Tropea monsignor Luigi Renzo nel corso dell’omelia tenuta per la funzione religiosa.

A Roma per concordare l’iter

Il presule ha anche riferito che, nei prossimi giorni, si recherà a Roma, in Vaticano, per incontrare il segretario della Congregazione dei Santi con cui si metterà d’accordo sulle procedure da seguire (Ansa, 12 novembre).

«Nei prossimi giorni incontrerò a Roma il segretario della Congregazione dei Santi con cui mi metterò d’accordo sulle procedure da seguire. Non vi pare che questa sia la più bella notizia che ormai tutti, trepidanti, da tempo aspettavamo? Spero che questo ci convinca tutti ad agire secondo Dio e ad operare insieme, uniti intorno a Mamma Natuzza, donna di Dio e donna della Chiesa».


PADRE PIO EVOLO

Leggi anche:
Quella strana visione di Natuzza: incontrò Padre Pio tre giorni prima della sua morte (VIDEO)

Il postulatore

Nel 2014 – a cinque anni esatti dalla morte della mistica avvenuta nel 2009 – così come prescrive il diritto canonico, il pastore diocesano aveva già chiesto il via libera al Vaticano, nominando contestualmente il postulatore della relativa istruttoria nella figura di don Enzo Gabrieli, presbitero dell’Arcidiocesi di Cosenza-Bisignano, che ha già seguito altri processi di canonizzazione.

Qualche giorno dopo il relativo carteggio era stato portato direttamente alla Congregazione della Causa dei Santi. Ed oggi a distanza di quattro anni il parere favorevole tanto atteso è finalmente arrivato (Gazzetta del Sud, 12 novembre).




Leggi anche:
Ecco la chiesa voluta dalla mistica Natuzza Evolo

Prima venerabile, poi il miracolo

La notizia dell’avvio della causa diocesana è l’inizio di un lungo percorso che durerà diversi anni. Chiusa l’indagine, una commissione ristretta, esaminerà nel dettaglio il fascicolo e se il risultato sarà positivo si procederà al “decreto ufficiale sull’eroicità delle virtù” e la dichiarazione di “venerabile” della donna di fede, ultimo passo prima della beatificazione.

Per arrivare alla dichiarazione di beatificazione è necessario che venga riconosciuto un miracolo attribuito all’intercessione di Natuzza. Anche sulla valutazione del miracolo si svolgerà una inchiesta diocesana che una volta chiusa verrà trasmessa alla Congregazione per le cause dei santi.

Dopo una serie di rigide valutazioni da varie commissioni, alcune formate anche da esperti medici, si procederà o al riconoscimento del miracolo, nel qual caso il Papa (o un delegato) proclamerà la venerabile beata, o alla sua negazione, e allora il venerabile resterà tale. Infine, in caso di riconoscimento di un secondo miracolo, verificato con analoga procedura, il beato verrà proclamato santo. Un processo lungo e delicato per il quale adesso si è mosso solo il primo passo (Quotidiano del Sud, 11 novembre).




Leggi anche:
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco come sarà l’aldilà e cosa si fa”

Tags:
natuzza evolo
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Sanctuary of Merciful Love
Bret Thoman, OFS
Le acque guaritrici profetizzate da una suora del XX secolo
2
FUMETTI MATRIMONIO DIO
Catholic Link
5 immagini su cosa accade in un matrimonio che ha Dio al centro
3
Philip Kosloski
Perché i cattolici non mangiano carne i venerdì di Quaresima?
4
POPE AUDIENCE
Gelsomino Del Guercio
Il Papa: il diluvio è il risultato dell’ira di Dio, può arrivarne...
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
POPE FRANCIS AUDIENCE
Ary Waldir Ramos Díaz
Perché dobbiamo fare il segno della croce nei momenti di pericolo...
7
Communion
Claudio De Castro
Comunione: si ha tra le mani il Figlio di Dio, e serve rispetto
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni