Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 08 Marzo |
San Giovanni di Dio
home iconStorie
line break icon

Sammy Basso non molla! E’ andato bene il delicato intervento al cuore

Youtube

Sammy in degenza, dopo l'intervento riuscito al cuore

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 07/02/19

Il giovane affetto da Progeria ha ricevuto anche l'incoraggiamento di Jovanotti. L'operazione era al limite, ma lui ha voluto affrontarla. "Prendete il massimo dalla vita!"

Sammy Basso non molla! E rilancia con forza la sua battaglia per la vita. Lunedì 28 gennaio è stato operato all’Ospedale San Camillo di Roma. È stato il primo intervento al mondo al cuore di un paziente affetto da progeria, una rarissima sindrome che causa invecchiamento molto precoce.

Lo studente universitario vicentino – fresco di laurea triennale con lode in Scienze Naturali – è uno dei cinque casi di progeria registrati in Italia, su circa 100 in tutto il mondo. Da anni viveva a Boston dove era seguito al Boston Children’s Hospital come paziente e come ricercatore, proprio per studiare la sua malattia.

La patologia degenerativa

Sammy è anche uno dei pazienti più longevi con questa patologia (ora ha 23 anni), avendo sviluppato una stenosi calcifica severa della valvola aortica, fenomeno tipico dei pazienti anziani. Il restringimento della valvola è una patologia che progredisce rapidamente per cui in un arco di tempo relativamente breve avrebbe potuto causargli la morte. L’unica terapia consiste nella sostituzione della valvola calcifica con una protesi valvolare fatta con tessuto biologico.




Leggi anche:
Vecchiaia precoce? Macché: Sammy Basso ha una contagiosa forza di vivere!

Le perplessità di Boston

Dato l’alto grado di complessità anatomica e quindi l’elevato rischio chirurgico, dal centro di Boston dove Sammy è in cura erano state sollevate perplessità sull’esecuzione dell’intervento.

Il team del San Camillo di Roma, in sintonia con lo stesso Sammy, tuttavia ha ritenuto l’intervento fattibile per via trans-catetere, mediante l’introduzione del catetere attraverso la punta del ventricolo sinistro, anche se con un rischio molto alto per le caratteristiche cliniche dei pazienti con progeria e la complessità anatomica del caso (Avvenire, 7 febbraio).

“Ora avanti con gli studi”

Sammy sapeva da più di un anno dell’intervento. «Semplicemente pensavo alla laurea – spiega – dovevo ottenere il dottorato: ma non mi fermo qua. Andrò avanti con gli studi, con il mio impegno verso l’associazionismo e ho tanti altri propositi». Si sente il sorriso nella sua voce, si sente la gioia di avercela fatta e di aver dato la speranza agli altri ammalati, come lui. «Dalla mia esperienza ognuno può attingere quello che vuole – aggiunge concludendo – ma mi sento di dire: prendete il massimo da quello che la vita vi può dare».

Jovanotti: sei un amico speciale

Instagram

Nel frattempo sono tantissimi coloro che in questi giorni si sono stretti attorno a Sammy e alla sua famiglia. Migliaia i post sui social, tra cui quello di un amico speciale, Lorenzo Jovanotti. «Tanti auguri amico… sei una persona preziosa, facciamo tutti il tifo per te!» ha scritto il cantante sul suo profilo Instagram. Il post di Jovanotti, accompagnato da una foto che lo ritrae insieme a Sammy, ha commosso, raccogliendo migliaia di “like” (Il Giornale di Vicenza, 7 febbraio).




Leggi anche:
Sammy Basso: storia di una vita felice e piena alla faccia della Progeria

Tags:
progeriasammy basso
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
don Marcello Stanzione
L’ostia “vola” sospesa in aria: il miracolo eucaristi...
2
Lucandrea Massaro
Blasfemia a Sanremo: “Perché mi percuoti?”
3
SANREMO, FIORELLO, AMADEUS
Annalisa Teggi
10 canzoni che hanno parlato di Dio dal palco di Sanremo
4
MAN, DARKNESS, FACE
Annalisa Teggi
Quando al diavolo scappò detto cosa può davvero fare la preghiera
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
FETUS 3 MONTH,
Padre Maurizio Patriciello
Puoi parlare di aborto perché tua madre non ti fece trascinare vi...
7
Gelsomino Del Guercio
Prete morto per Covid: lo aveva “profetizzato” in una...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni