Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
martedì 18 Maggio |
San Leonardo Murialdo
home iconChiesa
line break icon

Il giorno della conversione di Charles de Foucauld

Gelsomino Del Guercio - pubblicato il 19/12/18

Vi raccontiamo cosa accadde a Parigi quella mattina di fine ottobre del 1886

Parigi, chiesa di Saint-Augustin, una mattina di fine ottobre 1886. In quel luogo accade qualcosa di straordinario: la conversione di un uomo che un tempo era credente, ma poi nel suo cuore erano subentrate razionalità e dubbi. Aveva scelto la vita militare, prima di prenderne le distanze. E ora si ritrovava lì, a Saint Augustine.

Quel giorno (il 27 o 30 ottobre, non è riportato con esattezza ndr) Charles de Foucauld, grande intellettuale e scritto francese, riabbracciava Gesù Cristo.

In confessionale con l’abbè

Nei suoi scritti, si ricorda di aver detto all’abbé Huvelin che non veniva a confessarsi, non avendo la fede, ma che auspicava dei chiarimenti sulla religione cattolica: «Facendomi entrare nel suo confessionale, mi avete dato tutti i beni, mio Dio; se c’è della gioia nel cielo alla vista di un peccatore che si converte, ce n’è stata quando sono entrato in quel confessionale».

Riprende qui le parole di Gesù sulla pecora ritrovata, la dracma ritrovata, il figlio perduto ritrovato (cfr. Lc 15,7.10.32).

PD

“Chiedevo lezioni di religione”

«Quale giorno benedetto, quale giorno di benedizione… e da quel giorno, tutta la mia vita è stata una concatenazione di benedizioni!», afferma Charles, riconoscendo che la prima manifestazione della grazia di Dio quel mattino fu di essere stato «messo sotto le ali di quel santo» (l’abbè Huvelin ndr).

Quel giorno, scrive Pierre Sourisseau in “Charles de Foucauld” (Effatà editrice), Charles sperava di trovare qualcuno che gli avrebbe dato dei «corsi di religione»: l’abbé, con un’esortazione breve e vibrante, stravolge la domanda e colui che la pone. Gli indica quello che bisogna fare per cominciare: «Chiedevo lezioni di religione: mi fece mettere in ginocchio e mi fece confessare, e mi inviò a fare la comunione seduta stante».


VISCOUNT CHARLES DE FOUCAULD

Leggi anche:
Le lettere inedite di Charles de Foucauld e quell’ansia di lasciare l’esercito per abbracciare Dio

I sacramenti

Attraverso dei segni ecclesiali, su colui che veniva a cercare risposta a una questione umana sono scese le benedizioni divine. I sacramenti ricevuti quel mattino, quello della Riconciliazione, nuovo Battesimo- Cresima, e quello dell’Eucaristia, sono i sacramenti dell’iniziazione cristiana, che con la loro azione creano un uomo nuovo.

“La Risposta”

Entrato a Saint-Augustin per porre una domanda al sacerdote che lo accoglieva, il cristiano Charles de Foucauld ne esce con «la Risposta». Ormai ci sarà per lui un prima e un dopo e chiamerà questo istante «la mia conversione». Quando ritornerà su questo momento di grazia, dirà quanto questo avvenimento abbia sconvolto la sua vita; la sua conversione l’ha fatto uscire da una vita senza scopo e nelle tenebre del dubbio, per una vita nella Luce.


VISCOUNT CHARLES DE FOUCAULD

Leggi anche:
Com’è nata la “preghiera d’abbandono” di Charles de Foucauld?

Le obiezioni

L’abbé Huvelin non espone la dottrina, ma trasmette il cuore di questa dottrina come una Parola di vita o un Poema d’amore. Dal primo contatto, Charles è colpito e portato a fare «della religione un amore» e non un approccio intellettuale.

  • 1
  • 2
Tags:
charles de foucauld
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
Lucía Chamat
La curiosa fotografia di “Gesù” che sta commuovendo la Colombia
2
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
3
Pildorasdefe.net
Tentazioni tipiche del diavolo per distruggere i matrimoni
4
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
5
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
6
Padre Maurizio Patriciello
L’amore di un prete per i fratelli omosessuali e le sue pre...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni