Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!
Aleteia

Sacerdote belga arrestato per non aver rivelato i pensieri suicidi di un uomo

SPOWIEDŹ
Shutterstock
Condividi

Il tribunale ha stabilito che il segreto della Confessione non poteva essere usato come difesa

Un tribunale belga ha arrestato un sacerdote cattolico per non aver cercato aiuto per un uomo che gli aveva confessato i suoi pensieri suicidi, ha riferito la Reuters.

Padre Alexander Stroobandt ha ricevuto una condanna a un mese di carcere, poi sospesa, dopo che il tribunale aveva stabilito che non poteva usare il segreto della Confessione come difesa.

Stroobandt aveva parlato con l’uomo, suo conoscente, della sua lotta con la depressione. L’uomo alla fine ha deciso di suicidarsi inalando i gas di scarico della sua automobile.

Quando la moglie della vittima ha scoperto che il sacerdote aveva scambiato varie telefonate e messaggi con il marito e che sapeva a cosa stava pensando ha contattato le autorità, che hanno deciso di incriminare padre Stroobandt per non aver cercato aiuto per l’uomo.

Secondo la Reuters, l’avvocato del presbitero vuole ricorrere in appello sulla base del fatto che il segreto della Confessione è assoluto.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni