Ricevi Aleteia tutti i giorni
Comincia la tua giornata nel modo migliore: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Mons. Hélder Câmara verrà beatificato durante il Congresso Eucaristico Nazionale brasiliano?

Dom Helder Camara
Creative Commons
Condividi

“È nella veglia che inizia la celebrazione dell’Eucaristia, che si prolunga in tutte le vicende della giornata”

Il vescovo brasiliano monsignor Hélder Pessoa Câmara potrebbe essere beatificato durante il XVIII Congresso Eucaristico Nazionale, che si svolgerà a Recife e Olinda dal 12 al 15 novembre 2020.

Lo ha reso noto monsignor José Alberico, segretario generale del Congresso Eucaristico, in un’intervista alla Rádio 9 de Julho, dell’arcidiocesi di San Paolo. Secondo monsignor Alberico, la fase diocesana del processo di beatificazione si concluderà il 16 dicembre, a tre anni dall’apertura da parte dell’arcidiocesi di Olinda e Recife.

Il segretario generale ha anche parlato della preparazione del Congresso, che avrà come tema “Pane su ogni tavola”, e della testimonianza di monsignor Hélder.

“È stato un uomo eucaristico”, ha affermato. “Sappiamo quanto viveva in azione di grazie facendo sì che l’Eucaristia fosse il centro della sua vita”.

Con il parere favorevole della Congregazione vaticana delle Cause dei Santi, monsignor Hélder ha già ricevuto il titolo di Servo di Dio, e dopo il riconoscimento di un miracolo attribuito alla sua intercessione verrà proclamato beato. Se in seguito verrà riconosciuto un altro miracolo potrà essere canonizzato, diventando quindi santo.

Veglia eucaristica

Monsignor Hélder si alzava ogni giorno verso le 4.00 per l’adorazione al Santissimo Sacramento prima della celebrazione eucaristica mattutina. Di quei momenti diceva:

“La mia unica schiavitù è la sveglia, che mi chiama alla veglia. È nella veglia che inizia la celebrazione dell’Eucaristia, che si prolunga in tutte le vicende della giornata. Padre, se è possibile continua a permettere che la Messa sia sempre al primo posto. Che sia preparata dalla veglia e si estenda a tutta la giornata”.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni