Aleteia
martedì 20 Ottobre |
Santa Maria Bertilla Boscardin
Stile di vita

Amare non è impossessarsi dell'altro

COUPLE

Pexels - CC0

Canção Nova - pubblicato il 29/10/18

L'aspirazione più profonda dell'uomo è amare, ma ci sono molti malintesi sull'amore

Ciò che porta molti matrimoni al fallimento è la falsa nozione che si ha oggi dell’amore. C’è in giro una caricatura dell’amore. Se vi dessi una banconota falsa non l’accettereste, perché non vale niente e potreste anche essere incriminati per questo. Se costruiste una casa usando cemento falsificato potrebbe cadervi sulla testa. Se portate nel matrimonio un amore falso sicuramente collasserà, perché il “cemento” dell’unione è l’amore. Per mostrare chiaramente cosa significa amare, iniziamo spiegando cosa non è amare.

Comprendere cosa sia l’amore

Se tremate di passione di fronte a una ragazza e le dite “Ti amo”, siate certi che state mentendo, perché quella tremarella è segno del fatto che volete saziare il vostro ego desideroso di piacere. Questo non è amore, ma passione carnale, egoismo. Se siete incantata dalla bellezza di lui e trovate mille modi per dichiarare il vostro amore, sappiate che quello non è ancora amore, perché l’amore non è pura emozione né sentimento. Amare è molto più di questo, perché vuol dire soddisfare non se stessi, ma l’altro.

Quando dite a qualcuno “Ti amo”, siate certi che non volete la propria soddisfazione o felicità, ma quelle dell’altro. Attenzione alle caricature dell’amore, perché sono false e non possono fare la felicità della coppia. Ogni giovane ha sete di amare, ma spesso il suo amore è mascherato e si presenta come falso e pericoloso.

Amare non significa impossessarsi dell’altro per soddisfare se stessi, ma è donarsi a lui per completarlo. Per questo, bisogna effettuare delle rinunce, dimenticare se stessi. Si corre il rischio di volersi aggrappare a ciò che ci manca, e questo non è amare. In questo modo, l’amore ci muore tra le mani. Inizierete a comprendere cos’è l’amore solo quando la vostra volontà di fare il bene dell’altro sarà più grande della vostra necessità di prenderlo solo per voi, per soddisfarvi.

Amare davvero

Per amare davvero serve una lunga preparazione, perché siamo egoisti. Sappiamo che la fretta è nemica della perfezione. C’è un proverbio cinese che recita: “Il tempo stesso si incaricherà di distruggere tutto ciò che vogliamo costruire senza contare su di lui”.

Se dipingete una parete ancora bagnata avrete lavorato invano. Se togliete il cibo dal fuoco prima di cucinarlo lo mangerete ancora crudo. Se non imparate davvero ad amare potrete costruire una famiglia e una casa dalle basi fragili, che potranno non sostenere il peso del tetto. Le passioni sensibili dell’adolescenza non sono l’amore autentico, ma il turbamento di un giovane che si trova davanti gli incanti e la novità della mascolinità o della femminilità.

Amare è donarsi

Non è facile capire che chi vuole costruire una famiglia sulla base delle emozioni sta costruendo una casa sulla sabbia. Molti matrimoni falliscono perché sono stati realizzati “alla cieca”, senza preparazione perché ci fosse armonia, senza l’apprendimento dell’amore. “Amare è donarsi”, ci insegna Michel Quoist. È donarsi a se stesso e all’altro per completarlo e costruirlo.

Perché possiate davvero donarvi a qualcuno dovete innanzitutto “possedervi”. Nessuno può dare quello che non possiede. Se non vi possedete, se non avete il dominio di voi stessi, come potete donarvi a qualcuno? Come potete amare?

L’aspirazione più profonda dell’uomo è amare, è la sua ragion d’essere, ma ci sono molti malintesi sull’amore.

“Amore” è oggi una parola usata così male, talmente usurata, che dev’essere ridefinita per essere autentica.

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
amore
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
Religión en Libertad
Lo jihadista non è riuscito a decapitarmi: “C...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
BLESSED CHILD
Philip Kosloski
Coprite i vostri figli con la protezione di D...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni