Ricevi Aleteia tutti i giorni

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Il cinema efficace come terapia: rasserena i bambini negli ospedali

Youtube
Condividi

I piccoli pazienti del policlinico "Gemelli" diventano attori insieme a Giorgio Panariello e Fiorella Mannoia. E sbarcano alla Mostra del Cinema di Venezia per promuovere la "cineterapia"

L’esperienza del Policlinico “Agostino Gemelli” di Roma, dove è attiva dal 2016 la prima sala MediCinema, sbarca alla Mostra del Cinema di Venezia con “Roba da grandi”, il cortometraggio diretto da Rolando Ravello e interpretato da Giorgio Panariello e Fiorella Mannoia, che sarà di supporto alla promozione per la raccolta fondi necessaria all’attivazione di nuove sale cinematografiche negli ospedali.

L’immaginazione

La storia proietta i piccoli pazienti dell’ospedale nella scena più famosa di ‘Full Metal Jacket’, dove il sergente-dottore Giorgio Panariello li sprona ad affrontare la loro ‘guerra’ con l’arma più potente a disposizione dei bambini, ovvero l’immaginazione. Il corto si chiude con Fiorella Mannoia che intona nelle corsie dell’ospedale pediatrico il ‘Combattente’ (Adn Kronos, 3 settembre).

“Elemento evasivo e di distrazione”

«L’utilizzo del cinema – si legge sul portale Medicinema – come elemento evasivo e di distrazione diventa una “cura” per alleviare la sofferenza fisica e mentale. L’applicazione di questo metodo e il suo costante monitoraggio negli ambiti pediatrici, psichiatrici, geriatrici, pre e post-chirurgici, nelle terapie riabilitative, intensive e nelle lunghe degenze, è un intervento che genera un beneficio e un’innovazione nel trattamento clinico, affiancando la tradizionale terapia medica».

I benefici della cineterapia

«Siamo orgogliosi di poter annunciare la realizzazione di ‘Roba da grandi’ che, dopo il cortomeraggio ‘L’eroe’ del 2017, continua la descrizione dell’impegno di Medicinema Italia Onlus – dichiara la presidente Fulvia Salvi e del beneficio prodotto nell’impiego della cineterapia a scopo riabilitativo. Grazie al sostegno di One More Pictures e Rai Cinema, possiamo continuare a diffondere l’importanza dell’utilizzo del contenuto filmico come valido strumento di supporto alla medicina tradizionale».

“Evadere dalla loro condizione di salute”

«“Medicinema è una Onlus italiana che opera al fine di mettere a disposizione contenuti filmici ai pazienti ospedalieri per farli evadere per qualche ora dalla loro condizione di salute – spiega Manuela Cacciamani, ceo di One More Pictures – e pensiamo che non possa esserci motivo più nobile di questo per produrre un film. La nostra intenzione è che tutti sappiano che sono già moltissimi i pazienti e i loro parenti che hanno potuto usufruire delle sale cinema già esistenti nelle strutture ospedaliere».

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni