Aleteia logoAleteia logoAleteia
giovedì 25 Aprile |
Aleteia logo
News
separateurCreated with Sketch.

Un sacerdote cattolico costretto a nascondersi dagli “squadroni della morte” nelle Filippine

RODRIGO DUTERTE

PUBLIC DOMAIN

Zelda Caldwell - pubblicato il 29/08/18

Padre Picardal ha criticato apertamente il Presidente filippino Duterte

Un sacerdote cattolico que ha criticato apertamente il Presidente filippino Rodrigo Duterte ha dovuto nascondersi temendo di diventare il bersaglio degli assassini in motocicletta che vengono assoldati, ha riferito CBS News.

Padre Amado Picardal è stato uno dei primi a criticare la guerra di Duterte contro la droga, che secondo quanto reso noto avrebbe provocato più di 4.500 morti da quando il Presidente ha assunto l’incarico nel 2016. Picardal ha dichiarato alla CBS di essersi trasferito in un “luogo più sicuro”.

“Non potevo uscire in bicicletta, correre o passaggiare per motivi di sicurezza”, ha riferito il presbitero alla CBS.

“Ho lasciato il mio eremo in montagna e mi sono trasferito in un luogo più sicuro per continuare a vivere come eremita lontano dalla portata degli squadroni della morte”, ha rivelato.

Destinato a Davao, dove Duterte è stato sindaco prima di essere eletto Presidente, padre Picardal ha detto di aver aiutato a compilare un rapporto sulle esecuzioni extragiudiziali che vi hanno avuto luogo tra il 1998 e il 2015.

“Questo è molto probabilmente uno dei motivi per i quali sono un bersaglio degli squadroni della morte”, ha dichiarato.

I leader cattolici nelle Filippine sono stati tra i critici più determinati della guerra di Duterte alle droghe, e negli ultimi mesi il despota filippino ha attaccato pubblicamente la Chiesa cattolica.

In un discorso trasmesso in televisione a giugno, il Presidente ha ridicolizzato la dottrina cattolica dicendo: “Chi è questo stupido Dio?

Negli ultimi otto mesi, nel Paese sono stati assassinati tre sacerdoti, e in risposta alle accuse per le quali il regime di Duterte potrebbe essere responsabile degli omicidi il Presidente ha negato qualsiasi coinvolgimento, dando la colpa ai presbiteri uccisi.

“Se sei un sacerdote e hai una relazione con la moglie di un soldato o di un maggiore muori”, ha affermato in base a un resoconto di ABS-CBN News. Ha anche aggiunto che i sacerdoti “non sono migliori di me”, e che “alcuni sacerdoti hanno due mogli”.

Tags:
filippinesacerdote
Top 10
See More