Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 13 Maggio |
Santa Giuliana da Norwich
home iconStile di vita
line break icon

Questo vizio molto comune ma dannoso è diventato un’epidemia. Per fortuna ci sono molti modi per combatterlo

APPLAUSE,PRAISE

Shutterstock

Tom Hoopes - pubblicato il 06/08/18

Tutto, dall'inciviltà nei social media alla doppia vita, ha radici marce immerse in questo peccato

C’è un peccato, un vizio, che al giorno d’oggi è diventato una vera epidemia.

È il vizio che provoca l’inciviltà politica.

È il vizio che porta a molte depressioni e a molti casi di autolesionismo.

È il vizio che (tra gli altri) fa sì che i cattolici – fino ai cardinali – conducano una doppia vita.

È il vizio che ha coperto gli abusi sessuali ai massimi livelli a Hollywood e in politica.

Questo vizio è la vanità – chiamata anche vanagloria o notorietà –, e ne soffriamo quando iniziamo a dare troppa considerazione a quello che gli altri pensano di noi.

Inizia in modo piuttosto innocente quando si apprezza la lode per un lavoro ben fatto

È positivo essere lodati per qualcosa che si è svolto bene. È giusto provare un sano orgoglio per qualcosa che si è fatto, anche a livello spirituale.

Il problema è quando l’obiettivo raggiunto diventa meno importante della lode. Lentamente, in modo sottile, iniziamo ad anelare all’ammirazione più che al successo.

Siamo colpevoli di vanità quando cerchiamo la lode di per sé, dice San Tommaso d’Aquino.

Accade a scuola, al lavoro – e in chiesa, quando iniziamo a comportarci in modo santo non per Dio, ma per essere visti dagli altri. L’ho notato quando ho letto di un santo che si inginocchiava in preghiera nelle cappelle delle parrocchie ma si sedeva rapidamente quando entrava qualcun altro per non sembrare santo. Io invece mi inginocchio se arriva qualcuno…

“Un uomo vanaglorioso è un credente idolatra”, ha scritto San Giovanni Climaco. “Apparentemente onora Dio, ma in realtà vuole compiacere non Dio ma gli uomini”.




Leggi anche:
Il Papa: la “santa vergogna” vinca la vanità, anche nella Chiesa

  • 1
  • 2
  • 3
Tags:
vanitavizio
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
chiara amirante,
Paola Belletti
Perché dobbiamo pregare per la guarigione di Chiara Amirante
2
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle parrocchie
3
don Marcello Stanzione
Le confessioni di Mamma Natuzza: “Ho visto i morti, ecco co...
4
Web católico de Javier
Aneddoti che raccontano l’umorismo di Padre Pio
5
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
6
Gelsomino Del Guercio
Marino Bartoletti: mi sono affidato alla Madonna dopo la morte di...
7
PRAY
Philip Kosloski
Come sapere se la vostra anima ha subìto un attacco spirituale?
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni