Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
giovedì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Aleteia logo
home iconChiesa
line break icon

Una scultura di Guadalupe piange: sono lacrime o olio d’oliva?

VIRGIN

Facebook Our Lady of Guadalupe Hobbs

Jaime Septién - pubblicato il 20/07/18

Se il fenomeno è una frode, “non sappiamo come si potrebbe riuscire a realizzarla fisicamente”, dice il vescovo di Las Cruces

Una storia di lacrime – o di olio d’oliva – si diffonde su tutte le pubblicazioni cattoliche degli Stati Uniti. La protagonista è una statua bronzea della Madonna di Guadalupe situata nella parrocchia omonima a Hobbs, in New Mexico.

La parrocchia, appartenente alla diocesi di Las Cruces, è già stata visitata da molti pellegrini, perché i fedeli hanno reso noto dal maggio scorso di aver visto scorrere un liquido dagli occhi della “Virgen morena”.

Il vescovo Oscar Cantú ha riferito al quotidiano Las Cruces Sun-News di aver inviato un campione del fluido per l’analisi scientifica, che ha stabilito che si tratta di olio d’oliva, “un olio d’oliva profumato”.

“Alcuni dei testimoni hanno affermato che profumava di rose, per cui può essere qualcosa di simile all’olio che benedico e consacro ogni anno e che usiamo per il Battesimo, le Cresime e le ordinazioni sacerdotali”, ha aggiunto il presule.


WEEPING,STATUE,MARY

Leggi anche:
Le statue che piangono, miracolo o frode?

La diocesi di Las Cruces – una di quelle con la più alta percentuale di cattolici di origine ispanica degli Stati Uniti – sta ancora indagando sulla possibile origine dell’olio.

“Abbiamo esaminato l’interno della statua, cava, e non c’è niente che si supponga non dovrebbe esserci, tranne le ragnatele. E allora abbiamo scattato delle foto”, ha detto il vescovo di Las Cruces al quotidiano.

I “frutti” delle lacrime

Il presule ha aggiunto che è stato contattato chi ha fabbricato la statua per vedere se qualche fluido o cera potrebbe essere rimasto all’interno della statua. “Ci è stato assicurato che non c’è possibilità che sia rimasta dell’umidità nel bronzo”, ha sottolineato il presule.

Il vescovo Cantù ha aggiunto che se il fenomeno fosse una frode “non sappiamo come si potrebbe riuscire a realizzarla fisicamente”.


MADONNA LACRIME SIRACUSA

Leggi anche:
Cosa dice la scienza sulle lacrime della Madonna di Siracusa?

“Se la Chiesa giungerà alla conclusione che sia un miracolo, dovrà decidere se è di Dio o di uno spirito maligno. Si deciderà in base ai ‘frutti’ del fenomeno”.

“Ho letto la maggior parte delle testimonianze scritte e sono storie di grandissima fede, di persone che nella vita hanno affrontato sofferenze terribili e hanno provato un’enorme consolazione spirituale per il fatto che Maria cammina con noi tra le nostre lacrime”, ha dichiarato il vescovo Cantú.

“Non posso fare a meno di pensare alle lacrime che verso io stesso per la gente povera che arriva alla nostra frontiera, fuggendo da situazioni che minacciano la vita. Le lacrime dei bambini che vengono separati dai genitori… Ci sono molte ragioni per le quali dovremmo versare delle lacrime, e Dio è con noi in quei momenti”.

Alle testimonianze di conversione e beneficio spirituale si sommano i resoconti dei fedeli presenti al momento delle lacrimazioni e ora i risultati delle analisi chimiche sul liquido che fluisce dalla statua.




Leggi anche:
Lacrime di sangue della Madonna di Civitavecchia: il retroscena sulle indagini

Tags:
lacrimemadonna di guadalupestatua
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Carlo Acutis e quella “rivelazione”: “I miei angeli custodi sono ...
2
CARLO ACUTIS
Gelsomino Del Guercio
Cosa intendeva Carlo Acutis quando parlava di “autostrada per il ...
3
Paola Belletti
Il tuo bimbo ancora in utero ti ascolta e impara già prima di nas...
4
VENEZUELA
Ramón Antonio Pérez
Quando la vita nasce dall’abuso atroce di una ragazza disabile
5
POPE JOHN PAUL II
Philip Kosloski
I consigli di san Giovanni Paolo II per pregare
6
CARLO ACUTIS, CIAŁO
Gelsomino Del Guercio
Gli ultimi istanti di vita di Carlo Acutis: “Chiuse gli occhi sor...
7
Gelsomino Del Guercio
Ecco dove si trovano tombe e reliquie dei 12 apostoli (FOTO)
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni