Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Alle anime del Purgatorio servono Messe!

Condividi

Di tutto ciò che possiamo fare per le anime del Purgatorio, non c'è nulla di più prezioso che offrire per loro il santo sacrificio della Messa. Ecco perché

Di tutto ciò che possiamo fare per le anime del Purgatorio, non c’è assolutamente nulla di più prezioso dell’immolazione del nostro Divin Salvatore sull’altare. Oltre ad essere dottrina espressa della Chiesa, manifestata nei suoi Concili, molti fatti miracolosi, debitamente autenticati, non lasciano alcun margine di dubbio al riguardo.

Tra i discepoli di San Bernardo, che profumavano la valle di Chiaravalle con l’odore della loro santità, ce n’era uno la cui negligenza contrastava tristemente con il fervore dei suoi fratelli. Nonostante la sua doppia funzione di sacerdote e religioso, si permetteva di cadere in un deplorevole stato di tiepidezza.

Arrivò per lui il momento della morte, e comparve davanti a Dio senza mostrare il minimo segno di pentimento. Mentre veniva celebrata la Messa di Requiem, un religioso venerabile e dalla virtù fuori dal comune ricevette un’illuminazione interiore e scoprì che anche se il defunto non si era perso eternamente, la sua anima si trovava in una delle condizioni più miserevoli.

La notte successiva gli apparve l’anima del suo confratello in uno stato infelice e deplorevole. “Ieri”, disse, “hai scoperto qual è stato il mio destino. Osserva ore le torture a cui sono condannato come punizione per la mia tiepidezza colpevole”.

Condusse allora l’anziano sul margine di un grande pozzo, dalle cui profondità, piene di fiamme ardenti, uscivano nuvole di fumo. “Guarda questo luogo”, disse, “in cui i ministri della Giustizia Divina compiono l’ordine di tormentarmi. Non cessano di lanciarmi in questo abisso, e me ne tirano fuori solo per gettarmici di nuovo, senza che mi venga dato un solo attimo di riposo”.

La mattina dopo il religioso andò da San Bernardo per riferirgli della visione che aveva avuto. Il santo abate, che aveva ricevuto una visione simile, ascoltò tutto come un avvertimento del Cielo alla sua comunità. Convocò allora un capitolo, e con le lacrime agli occhi raccontò entrambe le visioni, esortando i suoi religiosi a soccorrere con suffragi generosi quel povero fratello defunto e a imparare dal suo triste esempio a conservare il proprio fervore, evitando la benché minima negligenza nel servizio a Dio.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni
I lettori come te contribuiscono alla missione di Aleteia.

Fin dall'inizio della nostra attività nel 2012, i lettori di Aleteia sono aumentati rapidamente in tutto il mondo. La nostra équipe è impegnata nella missione di offrire articoli che arricchiscano, ispirino e nutrano la via cattolica. Per questo vogliamo che i nostri articoli siano di libero accesso per tutti, ma per farlo abbiamo bisogno del vostro aiuto. Il giornalismo di qualità ha un costo (più di quello che può coprire la vendita della pubblicità su Aleteia). Per questo, i lettori come TE sono fondamentali, anche se donano appena 3 dollari al mese.