Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

Iscriviti alla Newsletter

Aleteia

Consumismo, intrattenimento e fede… Cosa cercano davvero i giovani nelle reti sociali?

SAILBOAT,SEA
Litchi Cyril | Adobe Stock
Condividi

Rivelazioni di uno studio mondiale realizzato da Aleteia su Facebook e Instagram per preparare il Sinodo dei vescovi sui giovani

Gli argomenti di maggior interesse tra i giovani attivi sulle reti sociali sono l’intrattenimento (serie televisive, videogiochi, musica, sport…) e i beni di consumo (marche).

È una delle conclusioni a cui è giunto uno studio che analizza a livello mondiale dati statistici relativi a 540 milioni di utenti tra i 18 e i 25 anni, registrati su Facebook e Instagram.

L’analisi, che approfondisce i valori della cosiddetta Generazione Z, constata che il 4% dei giovani condivide sulle reti sociali contenuti sulla fede cattolica, e che questi ragazzi hanno un livello accademico più elevato e una maggiore preoccupazione per le questioni sociali.

Il caso del Nordamerica

La prima parte dello studio analizza in particolare il caso degli Stati Uniti e Canada, Paesi in cui i giovani cattolici si mostrano più timidi al momento di condividere (2,5%).

Questi giovani statunitensi attivi al momento di condividere la propria fede, quasi un milione (900.000), sono in gran parte di origine ispanica. La bassa percentuale in confronto ad altri Paesi conferma una certa perdita della manifestazione pubblica della fede cattolica nella Generazione Z negli USA, dato già menzionato da altri studi sociologici.

Europa, Asia e Oceania

Questa percentuale di interesse per la religione, identica a quella del Canada, è inferiore rispetto ad altri Paesi anglofoni. Nel Regno Unito, infatti, i giovani attivi nel condividere la propria fede cristiana sono il 2,8%, in Australia il 3%, in Nuova Zelanda il 3,3% e in Irlanda il 7%.

I giovani africani anglofoni sono molto più attivi al riguardo. In Ghana condivide la sua fede il 7,5% di loro, in Nigeria il 5%, la stessa percentuale del Kenya. Anche i Paesi latinoamericani e le Filippine (10%) hanno elevato indici di impegno pubblico con la fede nelle reti sociali.

Pagine: 1 2 3

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni