Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Perché tanti personaggi famosi si suicidano?

DEPRESSION
Iphotosmile - Shutterstock
Condividi

Tre suicidi di persone celebri in una settimana sono bastati a riempire le reti sociali di messaggi di tristezza e preoccupazione

Alcune cause che possono portare a questa fine drammatica

I cambiamenti accelerati della società moderna, che indeboliscono i fattori che proteggono il benessere mentale: spostamenti, individualismo, centrare la vita su priorità banali, il modo in cui siamo stati educati ad affrontare le difficoltà e i momenti di crisi…

La disconnessione sempre maggiore delle persone tra loro e con se stesse, unita a un maggiore affanno per la ricerca della produttività e del consumo, porta le persone ad essere molto esigenti con se stesse.

La costante sensazione di solitudine. Sempre più persone si sentono vuote e sole. Vuote quando si rendono conto che tutti gli sforzi per acquistare e consumare non danno senso alla loro vita, sole perché in questo sforzo di raggiungere l’eccellenza dimenticano di creare legami umani solidi, perché vedono gli altri come competitori o potenziali nemici in cui si non si può confidare.

La presenza di disturbi mentali dalle molteplici cause, per cui non si può ridurre tutto al problema della depressione. Ci sono circostanze particolari molto dolorose che possono portare a uno stato di depressione in modo poco consapevole: bullismo costante, abusi, perdita di persone care, malattie gravi…

Consigli concreti di fronte a situazioni di questo tipo

Si deve analizzare la presenza o l’assenza di pensieri suicidi, l’origine di tali idee, il loro grado di attività ed elaborazione e l’esistenza o meno di un progetto da mettere in pratica. Come, quando e perché sono domande necessarie che permettono di farsi un’idea della gravità della situazione. A una maggiore pianificazione delle risposte corrisponde un rischio più alto che l’idea venga messa in pratica.

Nei casi di pensieri suicidi serve un trattamento rapido che permetta di agire con efficacia affrontando il nucleo del problema. Bisogna tener conto del fatto che, contrariamente al mito tanto diffuso, nella maggior parte dei casi la persona che pensa di suicidarsi e crede che ci siano possibilità di scegliere quell’opzione avvisa o avverte amici o familiari.

Sostegno sociale, familiare e affettivo. Non c’è dubbio che, salvo nel caso clinico di malattia, uno dei rimedi più efficaci per superare i momenti critici della vita ed evitare conseguenze drammatiche sia la vita affettiva sana, in cui il sostegno di familiari e amici è la risorsa migliore per superare qualsiasi tipo di difficoltà nella vita.

Pagine: 1 2

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni