Aleteia
mercoledì 21 Ottobre |
San Gaspare del Bufalo
Chiesa

Papa Francesco: ai giovani non serve mediocrità ma sana inquietudine

POPE FRANCIS GENERAL AUDIENCE

Antoine Mekary | ALETEIA | I.Media

Vatican News - pubblicato il 13/06/18

I giovani siano affamati di vita autentica e gli adulti diano l'esempio e non abbiano il cuore rimpicciolito. Così Papa Francesco che stamani ha iniziato un nuovo ciclo di catechesi dedicato ai comandamenti

Sono i Comandamenti il cuore del nuovo itinerario di catechesi di Papa Francesco all’udienza generale, che prende il via oggi. Mercoledì scorso si è, quindi, concluso, il ciclo di riflessioni sui sacramenti. Il punto di partenza è la domanda del giovane ricco, che chiede a Gesù come ereditare la vita eterna, quella domanda di “vita piena, infinita” che è dentro ogni uomo. Alcuni per arrivarvi si distruggono andando dietro a “cose effimere”. Altri pensano che sia meglio spegnere questo impulso perché pericoloso.

Il peggior nemico è la pusillanimità

Ma – nota il Papa rivolgendosi specialmente ai giovani – “il nostro peggior nemico non sono i problemi concreti, per quanto seri e drammatici: il pericolo più grande della vita è un cattivo spirito di adattamento che non è mitezza o umiltà, ma mediocrità, pusillanimità”. Francesco esorta, quindi, con forza i giovani a non essere mediocri perché un giovane mediocre è senza futuro, “non cresce, non avrà successo”:

Mitezza, forza e niente, niente pusillanimità, niente mediocrità. Il Beato Pier Giorgio Frassati – che era un giovane – diceva che bisogna vivere, non vivacchiare.I mediocri vivacchiano.  Vivere con la forza della vita.Bisogna chiedere al Padre celeste per i giovani di oggi il dono della sana inquietudine.

Tanto è vero che quando un giovane sta seduto tutto il giorno i genitori pensano che sia malato e lo portano dal medico. I giovani, invece, devono essere affamati di vita autentica, non accontentarsi di una vita senza bellezza perché – si chiede il Papa – “dove andrà l’umanità con giovani quieti, non inquieti”.

Accettare i propri limiti: passaggio da giovinezza a maturità

Francesco sottolinea poi che Gesù risponde al giovane ricco citando una parte del Decalogo: si tratta di “un processo pedagogico”, perché è chiaro che quell’uomo non ha la vita piena. E il passaggio dalla giovinezza alla maturità avviene proprio quando si iniziano ad “accettare i propri limiti”, si prende coscienza di quello che manca. L’esistenza è preziosa, ma c’è una verità che nella storia degli ultimi secoli l’uomo ha spesso rifiutato, con tragiche conseguenze: “la verità dei suoi limiti”.

No al cuore rimpicciolito

Il giovane ricco, quindi, “doveva arrivare sulla soglia di un salto, dove si apre la possibilità di smettere di vivere per se stessi” e la proposta finale che gli fa Gesù non è quella della povertà, ma della ricchezza vera: “avrai un tesoro in cielo”, gli dice.

Ecco la sfida: trovare l’originale della vita, non la copia. Gesù non offre surrogati, ma vita vera, amore vero, ricchezza vera! Come potranno i giovani seguirci nella fede se non ci vedono scegliere l’originale, se ci vedono assuefatti alle mezze misure? È brutto trovare cristiani a mezza misura, cristiani – mi permetto la parola – “nani”; crescono fino ad una certa statura e poi no, cristiani con il cuore rimpicciolito, chiuso. È brutto trovare questo. Ci vuole l’esempio di qualcuno che mi invita a un “oltre”, a un “di più”, a crescere un po’.

Sant’Ignazio lo chiamava il “magis”, il di più. E il Papa intende quindi con queste nuove catechesi prendere le due tavole di Mosè da cristiani “per passare dalle illusioni della giovinezza al tesoro che è nel cielo, camminando dietro di Lui”.

QUI L’ORIGINALE

Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Tags:
dieci comandamentipapa francescoudienza generale
Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Aleteia
Gli avvisi divertenti che si leggono nelle pa...
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una caus...
DISNEY, CARTOONS
Annalisa Teggi
Arriva il bollino rosso per Dumbo, gli Aristo...
PADRE PIO
Philip Kosloski
Quando Padre Pio pregava per qualcuno recitav...
Domitille Farret d'Astiès
10 perle spirituali di Carlo Acutis
EUCHARIST
Philip Kosloski
Questa Ostia eucaristica è stata filmata ment...
ARCHANGEL MICHAEL
Gelsomino Del Guercio
La preghiera di protezione contro gli spiriti...
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni