Aleteia logoAleteia logoAleteia
lunedì 04 Marzo |
Aleteia logo
Spiritualità
separateurCreated with Sketch.

Un bicchier d’acqua e un po’ di sale: Dio ci chiede di essere eroi delle piccole cose

WEB3-WATER-GLASS-HANDS-GIVE-GIVIING-shutterstock_662516443-Tatevosian Yana-AI

Shutterstock-Tatevosian Yana

don Luigi Maria Epicoco - pubblicato il 24/05/18

Nutrire l'umano, dargli sapore (cioé senso) e tagliare ciò ciò che nuoce alla felicità, così si diventa costruttori di pace

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Chiunque vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, vi dico in verità che non perderà la sua ricompensa.
Chi scandalizza uno di questi piccoli che credono, è meglio per lui che gli si metta una macina da asino al collo e venga gettato nel mare.
Se la tua mano ti scandalizza, tagliala: è meglio per te entrare nella vita monco, che con due mani andare nella Geenna, nel fuoco inestinguibile. 
Se il tuo piede ti scandalizza, taglialo: è meglio per te entrare nella vita zoppo, che esser gettato con due piedi nella Geenna. 
Se il tuo occhio ti scandalizza, cavalo: è meglio per te entrare nel regno di Dio con un occhio solo, che essere gettato con due occhi nella Geenna,
dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue».
Perché ciascuno sarà salato con il fuoco.
Buona cosa il sale; ma se il sale diventa senza sapore, con che cosa lo salerete? Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri». (Mc 9,41-50)

“Chiunque vi darà da bere un bicchiere d’acqua nel mio nome perché siete di Cristo, in verità io vi dico, non perderà la sua ricompensa”. Ci si salva anche per un bicchiere d’acqua dato con amore. Dio ci chiede di essere eroi nelle piccole cose, quelle che sono alla portata di tutti. Non importa se il nostro nome non comparirà mai sui giornali della storia, perché la nostra vita è salva per l’amore con cui viviamo ciò che abbiamo adesso, a riflettori spenti e a telecamere staccate.

“Se la tua mano ti è motivo di scandalo, tagliala: è meglio per te entrare nella vita con una mano sola, anziché con le due mani andare nella Geènna, nel fuoco inestinguibile. E se il tuo piede ti è motivo di scandalo, taglialo: è meglio per te entrare nella vita con un piede solo, anziché con i due piedi essere gettato nella Geènna”. Noi ci salviamo per la radicalità con cui sappiamo “tagliare” ciò che ci fa male, ciò che nuoce alla nostra felicità, senza cercare compromessi pericolosi. Se quella relazione nuoce alla serenità della tua famiglia tagliala. Se quell’abitudine nuoce alla tua salute tagliala. Se quel ambiente nuoce alla sanità dei tuoi pensieri taglialo. E’ meglio soffrire per dieci minuti adesso per certi tagli, che scontare una vita sbagliata e rendere infelici anche gli altri. Così tra amore per le piccole cose e decisione nei grandi tagli si gioca la conversione di oggi. “Buona cosa il sale; ma se il sale diventa senza sapore, con che cosa lo salerete? Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri”. Queste due raccomandazioni di Gesù ci ricordano due priorità che non dobbiamo mai perdere di vista: la prima è quella di fare tutto con “sapore”, cioè con significato, con senso, con un motivo, perché ciò che ammazza la vita è fare le cose semplicemente perché vanno fatte, magari per dovere, o per abitudine. La seconda raccomandazione è cercare di stare in pace perché la pace intorno ci aiuta a custodire quella dentro, e un fratello è meglio averlo accanto, non contro.

#dalvangelodioggi

[protected-iframe id=”e4eb0206341b8afa06a9e2869daa9282-95521288-57466698″ info=”https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Ffededuepuntozero%2Fposts%2F715391228584650&width=500″ width=”500″ height=”271″ frameborder=”0″ style=”border:none;overflow:hidden” scrolling=”no”]

Tags:
dalvangelodioggi
Top 10
See More