Ricevi Aleteia tutti i giorni
Solo le storie che vale la pena leggere: leggi la newsletter di Aleteia
Iscriviti!

Non vuoi fare nessuna donazione?

Ecco 5 modi per aiutare Aleteia

  1. Prega per il nostro team e per il successo della nostra missione
  2. Parla di Aleteia nella tua parrocchia
  3. Condividi i contenuti di Aleteia con amici e familiari
  4. Disattiva il tuo AdBlock quando navighi nel nostro portale
  5. Iscriviti alla nostra Newsletter gratuita e non smettere mai di leggerci

Grazie!
Il team di Aleteia

iscriviti

Aleteia

Dal bagnetto alla cura della dermatite: come si tratta la pelle del vostro bimbo?

NEONATO DOPO BAGNETTO
Condividi

Tra miti da sfatare, consigli e cose da evitare. Ecco le indicazioni essenziali per rispettare e favorire il benessere della pelle dei vostri bambini, fin dai primi giorni

Come si fa la diagnosi

Per la diagnosi non occorre alcun esame strumentale o di laboratorio. Anche nei casi che sembrano più complessi, il dermatologo pediatra è in grado di porre la diagnosi in base alla storia clinica e all’osservazione delle lesioni della pelle.

Come si cura

Non esiste una cura radicale per la dermatite atopica. È più corretto parlare di gestione terapeutica. Il trattamento si basa principalmente sull’uso di prodotti topici (creme, unguenti, ecc…) e varia in funzione dell’aspetto e della gravità lesioni.

DERMATITE ATOPICA CURA
Bambin Gesù

Dermatite dell’area del pannolino

 

Le dermatiti della regione del pannolino sono piuttosto comuni nel lattante e possono essere di vario tipo: vediamo quali sono

Che cos’è
È più corretto parlare di dermatosi dell’area del pannolino piuttosto che di dermatite da pannolino, in quanto l’area può essere
colpita da malattie che non sempre sono causate dal pannolino. Infatti, le dermatiti della regione del pannolino sono piuttosto frequenti nel lattante e costituiscono motivo di preoccupazione e di difficoltà gestionali per i genitori e possono essere di vario tipo: irritative allergicheinfettivelocalizzazione di altre malattie della pelle o sistemiche (altri organi).
L’aspetto e la storia clinica delle lesioni e la valutazione delle condizioni generali del bambino consentono di fare una diagnosi corretta e quindi una terapia idonea.

La dermatite irritativa
La dermatite più comune è quella irritativa. Si manifesta generalmente sulle zone convesse (grandi labbra nelle femmine e testicoli e pene nei maschi). La causa più frequente è il contatto con le urine e con le feci, quindi l’inadeguata gestione dei
cambi del pannolino e l’utilizzo di creme/paste emollienti come quelle all’ossido di zinco. Queste ultime non vanno applicate sulla cute sana e a ogni cambio, in quanto la zona coperta dal pannolino è umida e uno strato più o meno spesso di crema favorisce la macerazione e l’irritazione. Questa dermatite, sebbene banale e spesso transitoria, non deve essere sottovalutata per l’elevato rischio di complicanze infettive, batteriche o da funghi. Non si può indicare un unico trattamento poiché ci sono diverse cause che
necessitano di terapie differenti. Pertanto è sempre necessario l’intervento del pediatra per definire la causa e pianificare un trattamento specifico ed adeguato onde evitare cronicizzazione e complicanze.
Sarà il pediatra a decidere se è utile indirizzare il bambino al dermatologo.

Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni