Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
domenica 11 Aprile |
Domenica dell'Ottava di Pasqua
home iconChiesa
line break icon

I bambini e la Messa: difficoltà e trionfi

Jeffrey Bruno

Catholic Link - pubblicato il 15/03/18

Nel corso del tempo, abbiamo imparato e iniziato a implementare alcune strategie di base. Nessuna di queste è pensata per il momento in cui si è a Messa – quello che accade prima della Messa rappresenta il 90% della battaglia. A Messa permettiamo pochissimi accessori, come un giocattolo tranquillo e/o un libretto sulla Messa, e ci concentriamo sulla celebrazione. Dopo la Messa, il comportamento positivo viene ricompensato con un dolcetto e cerchiamo di parlare di come la Messa si applichi alla nostra vita, di non criticare quello che non ci è piaciuto e di dire quanto ci sentiamo ricaricati e come le letture e l’omelia ci abbiano colpiti. La maggior parte del buon comportamento a Messa deriva da quello che abbiamo fatto PRIMA della Messa.

Spero che queste piccole strategie possano aiutare anche voi!

  1. Esercitatevi a casa. Esercitatevi a STARE SEDUTI IN SILENZIO, senza intrattenimento personalizzato. Quanto è raro che lo facciano i nostri figli, vero? Anche noi, in realtà… Se stare seduti fermi e zitti come se si fosse a Messa a casa è solo una punizione, la Messa non sembrerà un enorme castigo? Abbiamo iniziato la transizione con qualche minuto seduti fermi a tavola seguito da una ricompensa, aumentando poi la durata. Pregate a casa. Leggete la Bibbia a casa. Fate a casa ciò che fate a Messa. Avete capito il concetto.
  2. Concentratevi sul PERCHÉ della Messa. La Messa è FANTASTICA. Andare a Messa è un privilegio! Non è un “obbligo” (o almeno non dovremmo pensare che lo sia). Il nostro Signore e Salvatore ci ama talmente che non solo è morto per noi, ma sapeva quando avessimo costantemente bisogno di Lui nella nostra vita e ha creato la Messa e la Chiesa per nutrirci e collegarsi con noi! Parlate con i vostri figli di questo! Siate entusiasti della Messa! Ma siate anche onesti – a volte nemmeno noi abbiamo voglia di andare a Messa, ma ci andiamo perché amiamo Gesù ed Egli ama noi, anche quando ci sentiamo pigri.
  3. Preparatevi per la Messa. Uscite per tempo (lo so, missione impossibile). Date ai bambini qualcosa da mangiare e da bere PRIMA di uscire, o appena arrivati a Messa. I bambini non devono digiunare prima della Messa se ancora non ricevono l’Eucaristia! E in genere diventano irritabili quando hanno fame – prevenite il problema ed evitate gli snack a Messa assicurandovi che i pancini siano pieni prima. Allo stesso modo, assicuratevi che la vescica sia invece vuota. Arrivate a Messa in tempo per l’ultima sosta al bagno o per il cambio del pannolino. Arrivate in tempo in chiesa per salutare Gesù con una preghiera a misura di bambino e per ambientarvi (ma non tanto presto da distrarvi – noi puntiamo a cinque minuti prima dell’inizio della Messa). E preparatevi per il CONTENUTO della Messa.

È riguardo a quest’ultimo punto – prepararsi per il contenuto della Messa, nello specifico leggere le letture – che Dio ha promosso una svolta nella nostra vita. Sapevamo che avremmo dovuto leggere le letture e prepararci per la Messa, ma già non lo facevamo troppo quando non avevamo figli, figuriamoci ora.

Abbiamo scoperto che se svolgevamo un lavoretto o un’attività basandoci sulle letture l’interesse e la comprensione schizzavano ad alti livelli, e il comportamento a Messa migliorava di conseguenza. Ho verificato che il 90% dell’apprendimento per bambini sotto i 7 anni è di tipo cinetico – e funziona. Certo, però, che il tempo scarseggiava.

E allora Dio ha gettato il seme di un’idea. Se avevamo bisogno di aiuto in questo campo, probabilmente valeva lo stesso anche per altre famiglie.

  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Tags:
bambiniliturgia
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in sette lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni