Aleteia logoAleteia logo
Aleteia
lunedì 25 Gennaio |
San Francesco di Sales
home iconStile di vita
line break icon

Si può avere un figlio adolescente e non discuterci?

Dejan Dundjerski - Shutterstock

Javier Fiz Pérez - pubblicato il 29/01/18

È comune che alcuni genitori si preoccupino quando i figli stanno per arrivare all'adolescenza

Si tende erroneamente a limitare il periodo dell’adolescenza a un conflitto costante. Se vi soffermaste un attimo a pensare a ogni momento dello sviluppo dei vostri figli, scoprireste con stupore che in tutte le situazioni conflittuali che avete affrontato avete dovuto superare conflitti e avversità. Questa situazione si chiama crescita.

Il fatto che l’adolescenza dei figli trascorra tranquilla dipende molto dai genitori.

Anziché sottolineare la preoccupazione per il fatto che si sta vivendo una tappa difficile, è più costruttivo far vedere e sentire loro che i cambiamenti che stanno sperimentando fanno parte della crescita di tutte le persone.

E allora, anziché vergognarsi è importante che si sentano orgogliosi e felici perché presto saranno adulti. Il sogno di ogni bambino è diventare “grande”.

Yakobchuk Viacheslav | Shutterstock




Leggi anche:
Buoni propositi da genitore: appaiare calzini, comprendere ogni figlio

Calma e dialogo

In ogni tappa, ma in particolare durante l’adolescenza, è fondamentale che la comunicazione tra genitori e figli sia aperta. Bisogna potenziare l’ascolto e i commenti positivi per promuovere un clima di stima e fiducia.

La maggior parte dei genitori teme quando vede che i figli passano dall’essere bambini docili ad adolescenti ribelli, sempre di cattivo umore e che oppongono resistenza di fronte alle regole genitoriali. In questa situazione tendono ad essere più rigidi, esercitando pressioni sugli adolescenti perché rispettino le regole, e sperano che diventino presto adulti.

Non dimentichiamo che il tempo gioca un ruolo decisivo nel processo di maturazione dei figli.

Le chiavi del successo sono la flessibilità e la calma, senza per questo perdere di vista i propri obiettivi.

I disaccordi tra genitori e figli, però, non sono sempre dannosi. A volte possono avere un effetto positivo nello sviluppo, visto che discussioni e negoziazioni fanno sì che gli adolescenti passino dal dipendere dai genitori ad essere autonomi.

Quando gli adolescenti manifestano un disaccordo con i genitori, è più facile che acquisiscano strumenti per avanzare verso l’autonomia, visto che dopo il conflitto viene il negoziato. Il profilo genitoriale più efficace in questa situazione è quello del genitore democratico, che sa ascoltare, motivare e persuadere.

Di fronte ai genitori autocratici, l’adolescente non osa nemmeno esprimere il proprio disaccordo, perché è abituato ad accettare tutto ciò che il genitore gli dice o a cercare alternative senza evidenziare il disaccordo per evitare tensioni e conseguenze negative.

L’adolescenza è una tappa significativa nella vita dell’essere umano, visto che si definisce e si integra la personalità dell’individuo. È proprio in questa tappa che si verificano i cambiamenti che tendono ad essere permanenti, visto che la crescita dura tutta la vita, ma da qui si parte per la tappa dell’età adulta.

L’influenza dei genitori sugli adolescenti è decisiva per affrontare questo momento in modo sano ottenendo il maggior numero possibile di risultati positivi, perché attraverso lo stile genitoriale che si esercita si aiuterà l’adolescente a passare alla tappa successiva, crescendo sempre in responsabilità e autonomia.

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Tags:
educazione
Sostieni Aleteia

Se state leggendo questo articolo, è grazie alla vostra generosità e a quella di molte altre persone come voi che rendono possibile il progetto evangelizzatore di Aleteia. Ecco qualche dato:

  • 20 milioni di utenti in tutto il mondo leggono Aleteia.org ogni mese.
  • Aleteia viene pubblicato quotidianamente in otto lingue: italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, arabo, polacco e sloveno.
  • Ogni mese, i nostri lettori visionano più di 50 milioni di pagine.
  • Quasi 4 milioni di persone seguono le pagine di Aleteia sui social media.
  • Ogni mese pubblichiamo 2.450 articoli e circa 40 video.
  • Tutto questo lavoro è svolto da 60 persone che lavorano full-time e da altri circa 400 collaboratori (autori, giornalisti, traduttori, fotografi...).

Come potete immaginare, dietro questi numeri c'è un grande sforzo. Abbiamo bisogno del vostro sostegno per poter continuare a offrire questo servizio di evangelizzazione a tutti, ovunque vivano e indipendentemente da quello che possono permettersi di pagare.

Sostenete Aleteia anche solo con un dollaro – ci vuole un minuto. Grazie!

Preghiera del giorno
Oggi festeggiamo anche...





Top 10
1
CATERINA SCORSONE
Cerith Gardiner
19 personaggi famosi orgogliosi dei propri figli con necessità sp...
2
SINDONE 3D
Lucandrea Massaro
L'Uomo della Sindone ricostruito in 3D. I Vangeli raccontano la v...
3
BABY
Mathilde De Robien
Nomi maschili che portano impresso il sigillo di Dio
4
Perdonare
Bret Thoman, OFS
I 4 passi del perdono secondo un esorcista
5
Silvia Lucchetti
A 18 anni, sola in ospedale: il pianto di un neonato mi ha ridato...
6
Tzachi Lang, Israel Antiquities Authority
John Burger
Un'iscrizione che riporta “Cristo nato da Maria” ritrovata in un'...
7
Aleteia
Preghiera a santa Rita da Cascia per una causa impossibile
Vedi di più
Newsletter
Ricevi Aleteia tutti i giorni